Modica presente alla prima biennale d’arte in Umbria

L’assessore Floridia: “Straordinarie le cose che ci uniscono a questo territorio”

Il comune di Modica ha condiviso, assieme ai comuni di Umbertide, Pietralunga e Montone e della provincia di Perugia, il patrocinio  della prima Biennale internazionale d’arte in Umbria, denominata “Biennart”.
La Biennale è stata inaugurata sabato 28 marzo u.s. ed è nata dall’idea degli artisti Roberto Guccione ed Emanuele Ventanni e promossa dall’associazione culturale “La via dell’arte” di Comiso.
Tre sono i comuni che ospitano le biennale, Umbertide, Montone e Pietralunga.
Ad Umbertide, la sede scelta è stata quella della Rocca – centro per l’arte contemporanea -,  fino al 3 maggio prossimo, sarà possibile ammirare una sessantina tra quadri e sculture, opera di artisti italiani e stranieri.
La cerimonia inaugurale si è svolta nel Centro socio-culturale San Francesco e il taglio del nastro dell’esposizione alla Rocca, al quale sono seguite, nel pomeriggio, le inaugurazioni delle mostre presso il centro museale San Francesco di Montone e il centro espositivo Sant’Agostino di Pietralunga.
Il comune di Modica era rappresentato dall’assessore ai servizi sociali, Rita Floridia.
Presenti, oltre al direttore artistico Roberto Guccione e al coordinatore organizzativo Emanuele Ventanni, anche i sindaci dei Comuni di Umbertide Marco Locchi, Montone Mirco Rinaldi e Pietralunga Mirko Ceci.
“E’ un onore ed un piacere essere qui per questa prima biennale d’arte – ha dichiarato l’assessore Floridia – che dimostra la volontà di questi Comuni di intraprendere scambi artistici, culturali ed enogastronomici fondamentali per far crescere i nostri territori. Registro che tra il nostro territorio e quello dei tre comuni umbri ci sono diversi comuni denominatori che ci legano  in quanto a storia, tradizione e cibo.
E’ stato molto interessante presentare la cioccolata di Modica al tartufo, preparata dal dolciere Giuseppe Rizza, che ha registrato un enorme successo tra il pubblico. Ciò è stato un consistente strumento di presentazione della nostra città in un ambito culturale di notevole spessore”.
Il sindaco Locchi ha avuto parole di elogio nei confronti della nostra città e così si è espresso: “Con la prima biennale internazionale ‘Biennart’ si consolida il rapporto tra la Sicilia, attraverso la città di Modica, e l’Umbria, un rapporto di amicizia che si snoda lungo un doppio percorso enogastronomico ed artistico-culturale che si concretizza oggi con questa iniziativa.
Ringrazio quindi tutti gli artisti che hanno preso parte alla biennale e i Comuni che hanno patrocinato l’iniziativa”.
Il critico e storico dell’arte Andrea Baffoni, coordinatore artistico della biennale, che ha illustrato l’evento e il catalogo che lo accompagna, ha inteso sottolienare che questa biennale vuole unire l’arte e la cultura al territorio, all’insegna della condivisione e dell’internazionalità, con l’obbiettivo di riscoprire l’aspetto umano dell’arte e di recuperare il contatto dell’artista con la materia che manipola. In esposizione ci sono le opere di 160 artisti, in rappresentanza di venti nazioni; quattro sono i Paesi ospiti di questa prima edizione, Slovacchia, Marocco, Romania e Bielorussia, ed una sezione speciale è riservata alle opere che concorreranno al premio della biennale, che verrà assegnato il prossimo 1° maggio..
In occasione dell’inaugurazione della biennale, inoltre, sabato mattina in piazza Matteotti, dove è ubicato il municipio del centro umbro, è stato allestito uno stand per la vendita di prodotti tipici di Modica e della Sicilia, dalla cioccolata ai biscotti fatti con la pasta di mandorle, dall’olio al vino passando per il formaggio.
Il legame tra Modica e i Comuni umbri passa infatti anche per l’enogastronomia nella convinzione che lo scambio di prodotti tipici locali possa costituire uno strumento di promozione del territorio ma anche un’occasione per intavolare nuovi rapporti economici e commerciali, come già avvenuto con l’ideazione da parte di un’azienda dolciaria siciliana di un cioccolatino denominato “Unioni” nato dall’incontro tra il cioccolato di Modica e il tartufo dell’Alta Valle del Tevere e che è stato presentato proprio in occasione dell’inaugurazione della biennale.

Print Friendly, PDF & Email