Palermo. Innovazione e tecnologia. Presentato Smart City Italia

Palermo, 26 novembre 2014 – Si è svolta questa mattina a Palazzo delle Aquile la conferenza stampa di presentazione di “SmART City Italia”, la tre giorni – il 27, 28 e 29 novembre – che si terrà a Palermo e che sarà dedicata all’approfondimento del tema delle città ‘Smart’, attraverso il singolare connubio tra arte e tecnologia. La manifestazione è organizzata da Energia Media in collaborazione con il Comune di Palermo e in raccordo con Università degli Studi di Palermo, Fondazione Orestiadi, Consorzio Arca, Movimento di Resilienza Italiana, Museo Riso, Confindustria Palermo, Smart Planning Lab e Dimora OZ.

Alla conferenza stampa questa mattina sono intervenuti il Sindaco Leoluca Orlando, l’assessore all’Innovazione Cesare Lapiana, Maurizio Carta, professore ordinario di urbanistica del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo e direttore dello Smart Planning Lab, Eleonora e Raffella Riva Sanseverino, autrici di “Atlante delle Smart city. Modelli di sviluppo sostenibili per città e territori”, Monica Guizzardi, Comunicazione Consorzio Arca, Enzo Fiammetta, direttore del Museo delle Trame Mediterranee Fondazione Orestiadi di Gibellina e Daniela Li Vigni, Direttrice Riso, Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia.

“Un’iniziativa che mira ad assumere consapevolezza, promuovere autostima e creare contaminazione – ha dichiarato il Sindaco Leoluca Orlando -. Tre fattori fondamentali per riuscire a coniugare la parola ‘smart’ con riferimento alla nostra Palermo, che è una città mediorientale in Europa. Proprio per potere cogliere la specificità di questi luoghi che sono intelligenti, sono ‘smart’, in modo differente da tutti gli altri posti del mondo, si è pensato di partire dalla musica, dalle arti figurative, dal teatro e dai laboratori, individuando centinaia di punti che già sono presenti sul territorio palermitano. E questa è l’occasione per collegarli fra loro, metterli in rete e far scattare meccanismi di autostima che sono certamente la precondizione per contagiare gli altri – ha continuato il Sindaco -. È per questo che le parole chiave di questa manifestazione non possono che essere ‘radici’ e ‘ali’ poiché l’obiettivo è sicuramente restare noi stessi e allo stesso tempo volare. Sviluppare la nostra identità – ha concluso il Sindaco – non come un fortino da difendere, ma come un’opportunità per crescere e costruire futuro e un’occasione anche per convincere i tanti giovani che possono vivere processi di innovazione senza necessariamente andare all’estero”.

La manifestazione propone un fitto programma in cui a momenti di approfondimento e informazione se ne alterneranno altri di intrattenimento, arte e cultura. Tra le tante, il premio “Palermo Smart City”, ossia la possibilità offerta dal Comune ad alcuni studenti di dottorato di ricerca di fare uno stage presso l’ufficio tecnico comunale di una capitale europea. Il bando verrà lanciato attraverso la piattaforma Netkite messa a disposizione da ARCA.

Grande apprezzamento per l’iniziativa è stato espresso anche dall’assessore alla Comunicazione Cesare Lapiana. “Il ruolo e la partecipazione del Comune di Palermo a manifestazioni come questa – ha dichiarato – servono a creare una coscienza generale ed essere facilitatori, in questi tre giorni, di contaminazione e scambi costruttivi, mettendo in sinergia la valorizzazione del patrimonio e delle attività culturali con la comunicazione innovativa.”

Print Friendly, PDF & Email