Ragusa, dono dell’opera “Fotogramma del presente” alla protezione civile

RAGUSA –  “Fotogramma del presente”, questo è il titolo dell’opera d’arte che mercoledì mattina 4 marzo, alle ore 11, sarà donata al Servizio di Protezione Civile di Ragusa. A consegnarla al dottor Nello Lo Monaco, dirigente dell’Istituto, saranno Donatella Criscione e Santina Di Gangi, due artiste ragusane che hanno realizzato quello che di fatto è un presepe. Una riflessione sul significato del Natale, attualizzata e contestualizzata all’interno di una Sicilia che, nonostante la sua veste di territorio afflitto da gravissimi disagi sociali, indossa con slancio e senza riserve ideologiche i panni di terra d’accoglienza per i “sopravvissuti” dei “Viaggi della speranza”.  Le mani di Donatella Criscione e Santina Di Gangi hanno plasmato la materia per dar corpo ad una loro suggestione artistica. Peraltro  Donatella Criscione ha utilizzato le sue mani anche per assistere i migranti, di giorno e di notte, durante gli innumerevoli sbarchi degli ultimi due anni: 3800 persone arrivate nel 2013 a fronte di 35000 nel 2014. Numeri importanti che hanno visto i volontari di Protezione Civile della provincia di Ragusa presenti in banchina spesso senza soluzione di continuità. Persone che spesso trascurano i loro impegni lavorativi per prestare gratuitamente soccorso ai migranti. Gente che sceglie di regalare il proprio tempo (che non significa “tempo libero”) agli altri. L’opera di Donatella Criscione e Santina Di Gangi è realmente la fotografia, il “fotogramma”,  di una realtà complessa, popolata da una miriade di uomini e donne che si incontrano per la prima volta,nel migliore dei casi, sulla fredda banchina di un porto. Alla cerimonia di consegna sarà presente anche Lina Bonafede,  presidente del Gruppo di volontari di Protezione Civile”Prometeo”, associazione di cui fa parte Donatella Criscione.

Print Friendly, PDF & Email