Red carpet a Scicli, grande successo per la prima di Italo

Bagno di folla, ieri sera a Scicli, per accogliere Il cast del film “Italo” arrivato in Sicilia per incontrare il pubblico in sala prima della proiezione.Il film, diretto dalla ragusana Alessia Scarso e distribuito da Notorious Pictures, racconta la vera storia di Italo, cane randagio che nel 2009 conquistò l’affetto dell’intera cittadina di Scicli, al punto di meritare la cittadinanza onoraria e diventare il simbolo del paese.
Commedia romantica e divertente, tocca temi importanti come l’amicizia il pregiudizio e l’amore incondizionato a cui fa da cornice una Sicilia piena di colori e tradizioni.

Protagonisti insieme a Marco Bocci, Barbara Tabita ed Elena Radinocich, tre piccoli talenti iblei, la ragusana Martina Antoci , il modicano Vincenzo Lauretta e lo sciclitano Matteo Korreshi.
“Io interpreto Chiara – ci racconta la piccola Martina – e sono un’amica di Meno il bambino che per primo darà fiducia a Italo. La presenza di questo cane ci porterà a nuove conoscenze che all’inizio saranno un po’ difficili ma che poi, grazie a Italo, si trasformeranno in bellissime amicizie”.

Ed aggiunge:”Per me questa è stata una bellissima esperienza che mi ha fatto cambiare molto e soprattutto mi ha fatto crescere. Ringrazio in particolare la nostra coach, Stefania Rodà, per averci aiutato con la dizione”.

Visibilmente emozionato Marco Bocci per l’affetto e l’accoglienza con cui Scicli ha accolto il cast:”C’è un’accoglienza grandiosa e affettuosa – dice – ed è un piacere per me essere tornato qui, in questo modo, in una cittadina che ci ha dato veramente una mano per realizzare il film e che adesso ci accoglie con così tanto affetto. Grazie veramente per le emozioni che ci stanno regalando”.

Abbiamo sentito anche Barbara Tabita che nel film interpreta il ruolo di Luisa Nigro, consigliere comunale che non ama molto i cani:”Italo è un esempio di umanità che tutti dovremmo seguire. Per il mio personaggio – afferma – la regista si è ispirata ad una storia vera, un assessore siciliano che si presentò ad una trasmissione televisiva con una motosega. Ho accettato subito questo ruolo così folle perché a volte ci vorrebbe veramente una motosega e non per tagliare bilanci ma per tagliare qualche testa! La nostra Sicilia potrebbe essere diversa se fosse amministrata in maniera diversa, è una terra meravigliosa, un set a cielo aperto e come Italo ci potrebbero essere un altromigliaio di film. Oggi la mia emozione è davvero tanta, ricevere un’ accoglienza stupenda come questa, a casa mia, è un sogno che si avvera”.

Tra gli attori del cast Elena Radinocich che nel film interpreta una maestra originaria di un non identificato nord e giunta a Scicli con qualche pettegolezzo:”Nonostante i pettegolezzi – racconta – il mio personaggio porta con se la capacità di vedere le cose in modo diverso. Amo la Sicilia per tanti motivi ma non conoscevo Scicli e devo dire che  è un posto incantevole, stupendo, nel quale mi sento privilegiata ad essere tornata. È un luogo di una bellezza non normale direi”.

A curare la colonna sonora del film il musicista ragusano Marco Cascone:”E’ stato un piacere per me – dice – prendere parte ad un progetto che parla della nostra terra. Ad ispirarmi sono stati proprio il nostro territorio e i suoi colori. La musica in un filmdeve essere la cornice e il film il quadro, spero di essere riuscito a creare una cornice gradevole”.

Di seguito alcuni scatti dei momenti più significativi della serata.
Foto Marzia Ferrigno e Guglielmo Distefano

Print Friendly, PDF & Email