Ritorna a Modica la degustazione dei vini tradotta nella lingua dei segni

TORNA IL SUGGESTIVO EVENTO PROMOSSO DALLA CANTINA FEUDO RAMADDINI ALL’INTERNO DELLA PRIMA EDIZIONE DE “LE NOTTI DELLE CANDELE” A MODICA: UNA DEGUSTAZIONE GUIDATA A CURA DI UN SOMMELIER AIS E TRADOTTA NELLA LINGUA DEI SEGNI. APPUNTAMENTO DAL 6 ALL’8 GENNAIO PROSSIMI, DALLE 19.00 ALLE 24.00, ALLA FONDAZIONE GRIMALDI

MODICA (RG) – Ritorna la magica atmosfera dell’evento speciale, promosso dalla cantina Feudo Ramaddini, all’interno del programma “Le notti delle candele” di Modica. Nel fine settimana, dal 6 all’8 gennaio, presso la sede della Fondazione Grimaldi di Modica, la cantina di Marzamemi riproporrà una degustazione guidata di vini interamente tradotta in Lis, la lingua dei segni. Si tratta di un evento che ha già riscosso ampio apprezzamento il 17 e il 18 dicembre scorsi, con la partecipazione di appassionati wine lovers, tra cui diversi non udenti che, grazie ad una simile iniziativa, hanno potuto assistere e seguire la degustazione con la traduzione in simultanea di un interprete Lis. La degustazione, ad ingresso gratuito ma con posti limitati, sarà come sempre guidata da un sommelier dell’Ais che spiegherà e approfondirà i vari vini proposti nelle cinque fasce orarie, dalle 19.00 alle 24.00, e che sarà accompagnato da un interprete della lingua dei segni. La cantina Feudo Ramaddini si mostra così attenta anche ai desideri di chi è purtroppo costretto da una disabilità a trovarsi escluso da eventi simili e che invece nel fine settimana avrà l’occasione di conoscere più in dettaglio aspetti interessanti e sempre coinvolgenti della produzione del vino e delle sue proprietà organolettiche. Una serata resa ancora più magica dalla calda atmosfera delle candele che illumineranno lo storico palazzo della Fondazione Grimaldi.

Print Friendly, PDF & Email