Roccazzo. Con la bollitura del mosto entra nel vivo la 29esima edizione della sagra dell’Uva

A Roccazzo, da domani pomeriggio, tre giorni dedicati alla degustazione dei prodotti tipici della montagna e al massimo divertimento. Domenica sera grande attesa per lo speciale concerto di Fiordaliso

Roccazzo, 17 settembre 2015 – Tutto pronto. A cominciare dai calderoni per la bollitura. Da questa sera la cottura del mosto entra nel vivo, nel rispetto delle tradizioni più antiche. Del resto, la bontà non si inventa. Ma è il frutto di una preparazione certosina, sulla base di ricette tramandate da una generazione all’altra. Ecco perché la mostarda e le classiche “cuddureddi” sono, tra i prodotti genuini proposti ai visitatori, quelli più ricercati alla “Sagra dell’Uva” che, quest’anno, celebra la 29esima edizione. Organizzata dall’Associazione giovanile Roccazzo, con il sostegno della Regione, assessorato all’Agricoltura, dell’ex Provincia regionale di Ragusa, oggi Libero consorzio comunale, e dell’Amministrazione comunale chiaramontana, oltre che con il supporto della Bcc dei Castelli e degli Iblei, di Confim e della Banca Agricola Popolare di Ragusa, e di numerosi altri sponsor, la manifestazione avrà come cornice la particolare location del mercato ortofrutticolo. In uno spazio appositamente predisposto, saranno installati gli stand per la degustazione (oltre a mostarda e “cuddureddi”, anche pane con salsiccia e frittelle) e quelli per la vendita dell’uva nelle diverse varietà a cominciare dalla regina della manifestazione, l’uva Italia, ma anche la Vittoria, entrambe specialità della bianca; inoltre, l’uva nera con la black rosè e la nuova varietà denominata “Numero nove”. L’apertura domani, venerdì 18, con la grande novità di quest’anno, vale a dire la festa della birra. A partire già dalle 18 sarà possibile la degustazione di patatine fritte e di panini con salsiccia. E naturalmente birra a fiumi con la “Beer fest” curata dall’associazione “I mercanti del mondo” che già parecchio successo ha riscosso a Marina di Ragusa. E lo stesso intende fare nella frazione di Chiaramonte. Alle 21, inoltre, prenderà il via lo spettacolo musicale con la presenza di una serie di tribute band dedicate a: Modà, Vasco Rossi, Ligabue. Negramaro oltre a dj Iride 50. Sabato, sempre a partire dalle 18, ci sarà la preparazione al mercato ortofrutticolo delle specialità tradizionali: mostarda, cuddureddi, frittelle e le immancabili patatine fritte e panini con salsiccia. L’intrattenimento, a partire dalle 21, con lo spettacolo musicale che sarà garantito dal gruppo “Copia e incolla” in collegamento in diretta con Radio Sole. Ma il momento clou sarà rappresentato dalla giornata della domenica, 20 settembre, quando si prevede l’afflusso di migliaia di persone. Al mercato ortofrutticolo, sempre a partire dalle 18, ci sarà la preparazione delle specialità tipiche. Anche di dolci particolari con la crema pasticcera, oltre alla mostarda, ai cuddureddi e a tutto il resto legato alla degustazione dei prodotti tipici della montagna. Alle 21, lo spettacolo più atteso della tre giorni, la presenza della stella di primaria grandezza Fiordaliso che intratterrà il pubblico in concerto con i successi del suo vasto repertorio. L’ospitalità sarà garantita anche dalla presenza di un ampio parcheggio collocato accanto al mercato ortofrutticolo dove ormai da qualche anno la sagra ha avuto modo di trovare gli spazi adeguati per ospitare visitatori in notevole quantità. “Stiamo lavorando con la massima intensità – spiegano i componenti dell’associazione – affinché anche questa edizione possa essere ricordata da tutti i buongustai della zona e da chi non è mai venuto a trovarci e quest’anno deciderà di farlo per la prima volta. L’aria festaiola che si respira è il miglior ingrediente per trascorrere una bella serata all’insegna della spensieratezza e del relax. La nostra è una squadra collaudata e faremo in modo che tutto riesca per il meglio”.

Print Friendly, PDF & Email