Siracusa, penultima giornata del progetto ”Equilibri, tutti siamo diversi”

Siracusa, 7 dicembre 2014 – La serata è entrata nel vivo delle attività con la presentazione del progetto Sprar, ideato e curato da Pippo Cascio in collaborazione con il musicista e percussionista Paolo Greco che sul tardi abbiamo ritrovato a Portopalo. È intervenuta dopo Debora Civello che ha emozionato la gremita sala con il suo “spettacolo dell’oppresso”. Al tavolo dei relatori è poi stato chiamato lo scrittore Massimiliano Verga che non si è sottratto alle domande sul suo secondo libro “Un getto di libertà” dove lo scrittore parla della difficile condizione di padre di un figlio disabile “che non potrà mai essere libero, ma avrà sempre bisogno di qualcuno” ha detto. Giovanni Parentignoti, scrittore e padre di un bambino disabile anch’egli, ha voluto leggere qualche passo dei libri di Verga non nascondendo l’emozione che in questi giorni con difficoltà si è cercati di contenere. Alla collettiva di scrittori “presieduta” da Verga hanno partecipato il professore Sebastiano Burgaretta, Ilary Tiralongo, Cristina Amato, e Veronica Sciacca che ha portato la propria testimonianza di scrittrice che ha coronato il proprio sogno di scrivere ad oggi ben 3 libri senza l’uso delle mani. Il pomeriggio si è concluso con l’intervento “ironico-serio” di Caldarera, Matera, Andolina, Furìa che pur con ironia hanno sottolineato la precarietà in cui tutti i giorni i disabili sono costretti a vivere per la “cecità” delle amministrazioni. L’intervento ad Avola si è chiuso con la lettura del libro “Zigulì” di Verga letto da Parentignoti dal titolo “La sfiga”. La lunga giornata di “Equilibri” si è conclusa a Portopalo con lo spettacolo musicale e di cabaret tenuto dai “Falsi d’Autore” gruppo di fama nazionale che ha sposato sin da subito il progetto benefico. La serata, presentata dalla pittrice e componente dello staff del progetto Valentina Sammito, è stato aperto da un sunto del progetto “Il ritorno infelice” di Pippo Cascio e Paolo Greco e si è concluso con la proiezione di un video realizzato da Maurizio Battista e Rita Abela al centro diurno Eubios dove ragazzi con disabilità si sono messi in gioco in interviste, laboratori teatrali ed

Print Friendly, PDF & Email