Telethon Catania, presentata la vi edizione della walk of life

Dal 24 al 26 marzo il ricco calendario di appuntamenti che regalerà alla città una “tre giorni” di speranza e di contributi reali alla ricerca sulle malattie genetiche rare.

Bianco: «Catania dimostri il suo grande cuore»

CATANIA – Ai nastri di partenza la VI edizione della “Walk of Life – Festa di primavera”, la passeggiata di solidarietà Telethon a sostegno della ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare. Il tradizionale appuntamento – in programma dal 24 al 26 marzo 2017 nel cuore della città di Catania – è stato presentato oggi (21 marzo) presso la sala Consiliare del Palazzo degli Elefanti dal coordinamento etneo di Telethon con la collaborazione della Fondazione Èbbene e del suo centro di prossimità Mosaico.

«Un giorno importante quello di oggi – ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco – il primo giorno di primavera, che segna il risveglio della vita e questo giorno così importante mi piace coincida con la presentazione della sesta edizione catanese di Telethon. Una passeggiata per la vita che è anche un rapporto bellissimo con la città. Saluto e ringrazio il Coordinatore provinciale, per l’Amministrazione comunale l’assessore al Welfare Angelo Villari, i consiglieri comunali Ersilia Saverino e Vincenzo Parisi, il capo di Gabinetto Giuseppe Spampinato, gli organizzatori, tutti i presenti e naturalmente il piccolo Matteo, la nostra mascotte catanese. Questa è la quarta edizione che seguo da sindaco, ma personalmente seguo Telethon da molti anni, in particolare da quando la senatrice Susanna Agnelli, della cui amicizia mi onoravo, allora presidente nazionale di Telethon fece decollare significativamente l’iniziativa con l’entusiasmo che le era consueto. Non dimentico la partecipazione alle iniziative svolte a Catania, in particolare ricordo gli sforzi fatti con Telethon per donare un’ambulanza a Librino, organizzando un ballo in maschera al Bellini. Abbiamo messo a disposizione di Telethon quest’anno il “salotto buono” della città: piazza Università – ha continuato il sindaco che ha ricevuto la t-shirt personalizzata dell’evento- per la passeggiata a cui invito, dal profondo del cuore tutti i catanesi a partecipare. Tutto quello che raccoglieremo sarà destinato ad una buona causa, in questi anni migliaia di persone affette malattie rare hanno potuto fare un passo avanti, hanno riguadagnato un sorriso, grazie agli investimenti arrivati alla ricerca scientifica che è riuscita in passi decisivi e fondamentali. Esorto i catanesi a dimostrare il grande cuore della nostra città».

È poi intervenuto l’assessore al Welfare Angelo Villari a testimonianza dell’impegno delle istituzioni nei confronti della manifestazione: «Attraverso la rete che abbiamo messo in atto tra pubblico e volontariato, daremo risposte concrete che legheranno la ricerca delle cure a una reale attivazione dei processi di inclusione sociale». A entrare nel vivo dei preparativi è il coordinatore provinciale Telethon Catania Maurizio Gibilaro: «La Walk of Life rappresenta per il capoluogo etneo non soltanto un’occasione di festa in pieno clima primaverile – ha spiegato – ma anche un momento per attivare e sensibilizzare la raccolta fondi a sostegno della ricerca scientifica. Grazie al lavoro svolto, abbiamo raggiunto risultati importanti sulla talassemia con una significativa riduzione delle trasfusioni: oggi ne contiamo una ogni nove mesi».

Il sovrintendente del Teatro Massimo V. Bellini Roberto Grossi ha fatto pervenire un messaggio raccontando l’esperienza della formazione giovanile nell’ambito dei progetti di valorizzazione del binomio musica e cultura.

Segnali concreti di sincero sostegno sono arrivati anche dal mondo sportivo catanese con il delegato provinciale del Comitato italiano paralimpico Claudio Pellegrino: «Abbiamo voglia di far conoscere l’essenza vera dello sport, pertanto durante questa manifestazione sarà possibile partecipare a diverse attività, dal basket in carrozzella alla danza, al tennis da tavolo». Insieme alla nutrita rappresentanza delle scuole e delle associazioni coinvolte nell’iniziativa, erano presenti inoltre il capo di gabinetto Giuseppe Spampinato, i consiglieri comunali Ersilia Saverino e  Vincenzo  Parisi, il vicecoordinatore e il responsabile eventi  Telethon Catania, rispettivamente, Concetto Nicolosi e Carmelo Furnari. Non poteva mancare all’incontro il piccolo Matteo, affetto da una malattia rara, testimonial della tappa, accompagnato dai genitori. A conclusione della conferenza stampa è intervenuto il presidente della Fondazione Èbbene Dino Barbarossa: «Abbiamo scelto di sposare questa iniziativa e la “causa Telethon” perché quotidianamente operiamo per rispondere ai bisogni dei soggetti più fragili e sosteniamo, con l’attività istituzionale della Fondazione Ebbene, iniziative di partecipazione della comunità».

Print Friendly, PDF & Email