Tino Fontana, l’imprenditore che ha creato dal nulla molti locali da Mosca a New York, in visita all’istituto Alberghiero Europa Cinque Stelle

Con il cuore ho detto “sì”, alla Sicilia, a questa provincia ed ai tanti giovani in cerca di lavoro. È Tino Fontana, una vita nella ristorazione, è un vulcano di vitalità, mette la propria disponibilità con la sua esperienza e professionalità per i tanti giovani che si affacciano al mondo del lavoro per insegnare loro “come si lavora” e come bisogna “fare accoglienza”. Ora è in pensione e favorisce l’export delle imprese italiane nel mercato russo, in quello cinese e in quello statunitense. Ha fatto visita all’istituto Alberghiero Europa Cinque Stelle per chiedere, al di fuori dell’attività didattica, alternanza scuola lavoro, giovani che vogliono imparare un lavoro ed accompagnato dal proprietario del ristorante al Porto di Scoglitti, ha spiegato, insieme al prof. Salvatore Mandara’ ed al preside prof. Pippo Mascolino, che la ristorazione è una grande azienda con una filiera gastronomica che comincia nell’attrarre i turisti con un percorso che passa dai primi piatti dai profumi del mare, alla pasticceria dai sapori meridionali.
E per chi mi chiede cosa non puo mancare in un ristorante, rispondo che:
Ogni giorno – ci scrive Salvatore Mandarà – la creatività deve superare l’invenzione, devono esserci prodotti giusti e persone giuste che sappiano lavorare con correttezza e serietà. Il personale sa dare tanto se l’imprenditore è capace di motivarlo e questo è un elemento imprescindibile, conta la forma e il modo con cui si effettua il servizio anche se al tavolino si porta un semplice caffè. Insomma…competenza, capacità e professionalità sono gli ingredienti giusti che non possono mai mancare“.

Print Friendly, PDF & Email