Torna a Palermo il festival Sole Luna con film da tutto il mondo

SOLE LUNA DOC FILM FESTIVAL: il cinema del reale per #crearelegami. La XII edizione nel complesso monumentale di Santa Maria dello Spasimo

Ritorna a Palermo, nella splendida cornice di Santa Maria dello Spasimo, dal 3 al 9 luglio, il Sole Luna Doc Film Festival che da dodici anni dal capoluogo siciliano racconta storie di oggi e di ieri attraverso un’accurata selezione di documentari provenienti da tutto il mondo e che in questa consolidata permanenza ha stretto forti rapporti e stretti legami con quasi tutte le realtà culturali e sociali della città. Un festival che vede infatti protagonisti attivi la Regione Siciliana con la Film Commission, il Comune con tutto il suo polo culturale e museale, l’Università degli Studi di Palermo, gli istituti culturali Cervantes, Institut Français e Goethe, le accademie e le scuole di cinema, le realtà associative che l’hanno fatto crescere come la Fondazione Buttitta e il Museo Pasqualino, ma anche realtà che emergono da situazioni di disagio, di isolamento, come l’Ucciardone, dai centri sociali, dalla buona volontà di tanti palermitani e palermitane attenti e reattivi.

Ecco perché l’hashtag ufficiale #crearelegami, in inglese #establishties, diventa slogan, diventa invito alla condivisione, alla partecipazione, diventa il motto convinto della squadra Sole Luna al lavoro per il festival e per costruire nuove relazioni, nuovi ponti di collegamento.

Fondato da Lucia Gotti Venturato, presidente dell’Associazione Sole Luna – un ponte tra le culture, che dal 2006 opera su tutto il territorio nazionale (da Palermo a Treviso, passando per Milano e Roma), proponendo eventi culturali, rassegne tematiche, esposizioni, convegni e corsi di formazione cinematografica a giovani delle scuole e a delegazioni straniere, il Festival vanta la direzione scientifica di Gabriella D’Agostino, antropologa all’Università degli Studi di Palermo e la direzione artistica dei registi Chiara Andrich e Andrea Mura, tra i primi diplomati al Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo.

La XII edizione – 2017

Tra i circa 300 film che si sono candidati, sono 30 quelli che sono stati scelti per l’edizione di quest’anno e che saranno suddivisi in diverse categorie: The Journey (documentari che raccontano storie di popoli, di persone e di paesaggi, nella profonda interconnessione di “natura” e “cultura”), Human Rights (film che mettono in luce situazioni problematiche e di crisi nel mondo dove i diritti umani non sono rispettati, quei diritti fondamentali e inalienabili degli esseri umani in quanto tali.

A giudicare i documentari in concorso una giuria d’eccellenza presieduta dal regista e produttore Gianni Massironi, e composta dalla regista iraniana Firouzeh Khosrovani, dal regista, attore e fondatore del festival Asiatica di Roma Italo Spinelli, dallo sceneggiatore premio Oscar Mark Peploe e dall’antropologo dell’Università di Milano Bicocca Vincenzo Matera.

I Premi assegnati dalla giuria sono: il Premio al miglior documentario e le menzioni speciali: Migliore regia, Miglior fotografia, Miglior montaggio, e Documentario più innovativo. E inoltre: il Premio Sole Luna – Un ponte tra le culture (una scultura disegnata da Tobia Scarpa), conferito dalla Presidente dell’Associazione e del Festival Lucia Gotti Venturato, il Premio della Giuria Speciale Studenti Liceali, il premio della Giuria Nuovi Italiani e, infine, il Premio del Pubblico.

Fuori concorso la rassegna Art in Doc (si tratta di 4 documentari dedicati a grandi artisti del nostro secolo che approfondiranno tematiche legate all’arte contemporanea) ed un tributo alla città di Palermo con il documentario Pellegrino di Federico Savonitto e Ruben Monterosso.

Al di là del cinema, lo Spasimo diventerà un luogo privilegiato di incontro. Tutte le sere, a cominciare dalle 18, testimonianze, racconti, Q&A con i registi, presentazioni di libri, di progetti solidali creeranno un tessuto fatto come la trama di una rete alla quale ognuno dei presenti avrà contribuito con un passaggio di fili, con un intreccio, con un nodo, Per #crearelegami, appunto. Tra questi: la narrazione di un progetto di laboratorio teatrale all’Ucciardone, un bilancio sul riconoscimento Palermo Capitale dei Giovani 2017, un confronto tra le principali associazioni e istituzioni impegnate quotidianamente in percorsi di inclusione con i migranti, Dopo lo sbarco. Percorsi e reti per chi arriva, a Palermo, una performance di Arte Migrante.

Due le esposizioni/installazioni: Visioni(Di)Visioni, una mostra fotografica con scatti realizzati tra Beirut, Napoli, Algeri, Marsiglia, Amman e Lubiana durante la Photo Maraton 2016 e una installazione con alcuni disegni animati di Gianluca Costantini realizzati in occasione del Festival dei diritti umani di Milano, svoltosi dal 2 al 7 maggio e dove Sole Luna Doc Film Festival è stato primo partner e curatore della sezione DOC.

Non poteva inoltre mancare il momento formativo che si comporrà, da un lato di un vero e proprio workshop sul cinema del reale guidato dal regista Alessio Genovese, fondatore di Zabbara, dall’altro di master class dei grandi artisti presenti al festival sia come giurati, sia come partecipanti al concorso.

Print Friendly, PDF & Email