Torna il Beer Fest. Appuntamento al Lungomare Andrea Doria di Marina di Ragusa dal 31 luglio al 2 di agosto 2015

Ragusa, 14 luglio 2015 – L’Associazione “ìMercanti del Mondo” torna a proporre il Beer Fest anche per questo 2015, mantenendo lo stesso stile e profilo della precedente edizione, riproponendo (migliorato) il programma dello scorso anno e regalando anche stavolta al pubblico una molteplice varietà e qualità sia nelle interpretazioni di genere musicale che nella somministrazione della birra (alla spina ed in bottiglia). Anche per questa edizione è prevista la presenza di brand di molte aziende, rigorosamente artigianali.
L’azzeccato brand della pecora, che pronuncia il suo belato riportando alla memoria l’ assonanza scritta e parlata della parola inglese “beer” ed i suoi colori, verrà riproposto sulla cartellonistica stradale e sulle locandine, sui social media e sui quotidiani regionali, con la sola differenza, rispetto alla scorsa edizione, della presenza di due boccali anziché uno, a testimonianza della seconda edizione. Come nella precedente edizione, quindi, la musica e gli spettacoli di arte varia saranno la base portante della manifestazione; a seguire, sino a chiusura della serata, la musica di un dj che proporrà i maggiori successi del momento.

“Tutto questo- spiega il legale rappresentante, Cristofono Nania- rientra nel progetto di rivitalizzazione del Lungomare Andrea Doria, notoriamente non molto frequentato dalla cittadinanza,  e della maggior tutela della cultura e nello sviluppo della economia locale, che la nostra associazione persegue da anni”.

“L’idea, scaturita e realizzata in pochi giorni lo scorso anno- continua Nania- è stata premiata premiata dal grande successo legato alla presenza delle migliaia di persone, riversatesi al centro della città, e dalla critica dei media. Nei suoi tre giorni di realizzazione, (dopo il default e la decisione di non effettuare una manifestazione simile dai precedenti organizzatori) la manifestazione ha dato grande valenza ad un momento di aggregazione di grandi e piccini, di giovani, di famiglie e di comitive venute da fuori città. Il tutto, senza aver ricevuto alcun sostegno economico né da sponsor privati né da enti pubblici”.

Print Friendly, PDF & Email