Una marcia per l’Africa day di Expo Milano 2015

Milano, 26 maggio 2015 – Un giorno dedicato al continente africano e alla sua straordinaria ricchezza culturale. Expo Milano 2015, ieri, ha festeggiato l’Africa Day. L’iniziativa, promossa da Angola e Zimbabwe – Paese quest’ultimo che detiene la presidenza dell’Unione Africana -, ha visto la partecipazione dei Paesi africani presenti all’Esposizione Universale.
“Dobbiamo trasformare questa giornata in un momento di approfondimento sul tema della sicurezza alimentare – ha spiegato il Commissario Generale del padiglione angolano e presidente dello Steering Committee dei Commissari Generali di Expo Milano 2015, Albina Assis Africano, in apertura della giornata -. È per noi un dovere dare alla nostra gente più risorse per sostenere le politiche nazionali, volte a combattere la fame e la povertà e migliorare la qualità della vita dei nostri popoli”. La direttrice del Padiglione dello Zimbabwe Constance Zhanje, intervenuta in rappresentanza del Commissario Generale del Paese, ha sottolineato il ruolo che l’Unione Africana può svolgere in tal senso nonché il ruolo importante che riveste la donna africana per la sicurezza alimentare.
La partecipazione dell’Africa a Expo Milano 2015 è molto interessante e di valore. Basti pensare che 7 delle 18 Best Practices vincitrici del bando internazionale per la selezione delle “migliori pratiche” in ambito di sostenibilità alimentare e ambientale, promosso dal programma Feeding Knowledge, sono state attuate in Paesi africani. “Il 6 luglio – ha annunciato stato il Direttore Generale del Padiglione Italia Stefano Gatti – premieremo questi progetti, qui all’Esposizione Universale”.
Lo scorso 18 maggio, inoltre, Expo 2015 S.p.A. ha lanciato in collaborazione con Eni (Official Partner for Sustainability Initiatives in African Countries) il bando di concorso “Energy, Art & Sustainability for Africa”. L’obiettivo è raccogliere e finanziare delle proposte per l’ideazione di eventi culturali che saranno realizzati all’interno del sito espositivo dal 12 al 27 settembre 2015. “Grazie a questa iniziativa – ha spiegato Gatti – il continente africano sarà ulteriormente valorizzato, attraverso convegni, seminari, talk show e spettacoli che arricchiranno l’esperienza dei visitatori nel sito espositivo, in aggiunta agli eventi dei National Day già previsti nel corso del semestre”.
Momento centrale della giornata è stato rappresentato dalla “Marcia dell’Africa” che dal Padiglione dell’Angola si è spinta fino allo spazio di Sao Tomè e Principe, nel Cluster del Cacao e Cioccolato, in un percorso tra musica e danze tradizionali. Al festoso corteo si sono uniti i ragazzi della scuola media Puecher di Milano che si sono esibiti in un concerto sul decumano.
Incontri, degustazioni, canti e danze sono proseguiti per l’intera giornata sia all’interno del Cluster dei Cereali e Tuberi – nel padiglione dello Zimbabwe – sia al Padiglione dell’Angola, dove questa sera si terranno cinque concerti.

Print Friendly, PDF & Email