Vittoria. 25 marzo emozionante rappresentazione vivente della Passione di Gesù Cristo

VITTORIA (RG) – Giorno 25 marzo, domenica della Palme, la nostra comunità parrocchiale Madonna delle Lacrime in Vittoria, per il terzo anno consecutivo, ha realizzato per le strade del proprio quartiere, la rappresentazione vivente della Passione di Nostro Signore Gesù Cristo.

Quest’anno abbiamo voluto implementare la rappresentazione inserendo anche una rappresentazione scenica della straordinaria presenza di Maria nella vita di Gesù, così come narrata dall’Evangelista Luca. Cinque quadri scenici che hanno rappresentato: – l’Annunciazione, la Vista di Maria ad Elisabetta, la nascita di Gesù nella grotta di Betlemme, la presentazione di Gesù al Tempio e Gesù dodicenne tra i dottori del Tempio. A seguire tutta la Passione vivente di Gesù.

Il testo è stato redatto e scritto da Giovanni Belfiore, è stato tratto integralmente dai quattro Vangeli, senza aggiungere niente in più di quanto narrato in essi sulla vita di Maria e sulla Passione di Gesù.

Quindi tutta la rappresentazione, dai quadri alla passione, non è stata una recita, ma una testimonianza vivente di fede che tutti gli interpreti, che hanno dato vita ad ogni singolo personaggio, hanno dato mettendoci tanta pathos, amore e tantissima devozione.

Abbiamo voluto fare di ciò che è descritto nel Vangelo una narrazione vivente della vita di Maria e della Passione di Nostro Signore Gesù Cristo. Abbiamo portato il Vangelo nelle strade del nostro quartiere parrocchiale e testimoniato, attraverso la interpretazione di coloro che hanno dato vita ai personaggi, la nostra fede e la nostra appartenenza a Gesù.

Tutta la comunità si è mossa per dare vita a questa rappresentazione vivente, le sarte, i responsabili delle scenografie, tutti coloro che hanno lavorato dietro le quinte in forma gratuita sia per la costruzione del Calvario che chi ha prestato il materiale per poter costruire la Montagna delle Beatitudini, gli addetti alle musiche, ai microfoni. Tutti, dico tutti, hanno collaborato con alto senso di responsabilità perché ogni cosa andasse così come era stato dettagliatamente descritto e previsto.

Tutta la comunità, in questo contesto, ha trovato un momento esaltante di comunione e di fraternità.

La tantissima gente che ha assistito alla rappresentazione, nonostante le avversità atmosferiche, ha espresso consensi più che positivi in merito a ciò che è stato rappresentato e testimoniato e di come sono stati interpretati i vari personaggi che si susseguivano nelle varie scene.

Tantissimi i messaggi di complimenti e di congratulazioni che personalmente ho ricevuto da tantissimi amici e conoscenti.

Print Friendly, PDF & Email