Vittoria: Inaugurata la 33^ Medexpo

Redazione Due, Vittoria (Rg) 2 luglio 2015.- “Ci siamo. Quello che sembrava un’utopia oggi è realtà. Ho lanciato un appello alle nostre risorse, ai commercianti della zona, ai produttori ed oggi la fiera c’è”. Con queste parole il presidente della Fiera Emaia, Salvatore Tolomeo  ha aperto la conferenza stampa di presentazione della 33^ edizione di Medexpo. A tagliare il nastro il sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia, accompagnato dallo stesso Presidente e dal sindaco di Niscemi, Francesco La Rosa. Nel suo intervento, inoltre, Tolomeo ha anche voluto ringraziare i presidenti ed i Cda che lo hanno preceduto. “E’ chiaro- ha detto- che hanno operato in un periodo in cui la crisi era devastante e questo ha reso il loro lavoro molto difficoltoso. A partecipare alla conferenza anche il presidente del Consiglio Comunale, Salvatore Di Falco ed i sindaci di Niscemi e Vittoria. “Auguri e buon lavoro al nuovo Cda ed al nuovo direttore, Silvio Balloni- ha detto il presidente Di Falco-. Abbiamo voluto essere presenti per fare da ala a questa iniziativa forte ed importante che, in poco tempo, è stata così ben sviluppata.  Ringrazio il Sindaco di  Nisemi perché con la sua presenza dimostra l’affetto particolare che lo lega a questa città. Sono qui in qualità di presidente del Consiglio perché il Civico consesso, lo ricordo, ha trattato il tema della Fiera Emaia. Mi auguro che anche il Consiglio dimostri il suo attaccamento a questa perla del territorio che va aiutata e non certo demonizzata”.  “Io credo in questa struttura e nel territorio e dovremmo crederci tutti”.  Ha esordito il Sindaco di Niscemi.  “Vittoria, Gela, Acate e Niscemi sono città che hanno molto in comune, soprattutto l’agricoltura. Cosa ci rimane? L’Emaia. Unica fiera in Sicilia. Ecco perché i Sindaci dovrebbero essere presenti o quanto meno vicini e pronti a sponsorizzare questa azienda. Ringrazio Tolomeo che sta mettendo in campo tutte le capacità imprenditoriali personali per rilanciarla. Oggi avevo a disposizione 20 minuti all’Expo, per rappresentare il territorio di Niscemi, al Cluster Biomediterraneo. Ho però deciso di rinunciarci ed essere presente qui, perché sia l’Expo che il Cluster ci stanno portando poco, nonostante abbiamo investito tanto, e fatto anche fare brutte figure. Qui, invece, c’è qualcosa di bello, una struttura da mantenere.  Ecco allora che oggi i Sindaci debbono mettersi uno accanto all’altro per far sopravvivere i territori. Conosco le difficoltà dei territori, ma ora è il momento di ripartire. Noi abbiamo tutte le caratteristiche per farlo ed il punto di partenza può essere Vittoria, come lo fu negli anni ‘70”. “Questa Emaia si rivolge al tempo libero, all’estate- ha detto il Sindaco di Vittoria-. Chiude le porte alla stagione più pesante ed apre all’estate e poi è legata ai festeggiamenti del Santo Patrono, ecco perché vi siamo legati.  Voglio ringraziare il Sindaco di Niscemi, amico di tante battaglie, per la sua vicinanza e ringrazio anche l’ex presidente Denaro e gli ex componenti del Cda oggi qui presenti, a testimonianza che gli impegni si onorano a prescindere che si sia in carica o meno e contro chi pensa che persa la poltrona si perda la faccia. Grazie a nuovo Cda, neo-direttore compreso, che si è messo immediatamente d’impegno ed ha iniziato a lavorare. La nostra è stata una scommessa: l’assenza di aiuti da altre istituzioni e la crisi che colpisce gli imprenditori rendevano il compito difficile, ma abbiamo vinto grazie all’impegno  del nuovo Cda  composto Franco Modica e Germana Bellorofonte, guidato da Tolomeo, che ho scelto perché ho voluto puntare su un  imprenditore noto e che aveva voglia di impegnarsi per la città, e dal direttore Balloni, che ha accettato questo impegno. Non avere l’Emaia significa non avere un pezzo di città,  di storia. Non si può sperare che la Fiera faccia flop o non esista. Chi lo fa è vigliacco di pensiero e va contro gli interessi della città, non di una fazione opposta”. “Ringrazio Confesercenti per essere presente, nonostante frizioni con l’Ente- ha detto ancora il Sindaco- mentre altre associazioni mancano. Emaia, lo ribadiamo, apre alle collaborazioni e non si fa frenare da dubbi e preoccupazioni. Abbiamo meno di un anno, ma questo periodo può essere tanto se si pensa che un tempo i sindaci cambiavano anche ogni sei mesi. Puntiamo quindi a grandi risultati, anche per il futuro. Andate avanti così. L’inizio è buono, ma bisogna fare meglio- ha detto rivolgendosi ai vertici della Fiera-. L’Emaia di novembre dovrà strabiliare e vanno organizzati tanti appuntamenti, affinché questo spazio viva almeno una volta al mese con iniziative varie.  Ringrazio Silvio Balloni per l’impegno dato. E’ una figura di spicco che ha avuto ed ancora oggi ricopre ruoli importanti a livello nazionale, il padre era uno dei sindaci storici della città ed oggi gli diamo il benvenuto, certi che affronterà al meglio questa sfida”. A proposito delle iniziative in programma nell’area Emaia, il presidente Tolomeo ha poi annunciato che dall’11 luglio ogni sera il bar resterà aperto e sarà allestito uno spazio per le famiglie, arricchito da bambinopoli. In questo modo chi resta a Vittoria avrà un’alternativa quando la Villa Comunale è affollata.IMG_9899

 

 

Print Friendly, PDF & Email