Vittoria ha vissuto una serata straordinaria dedicata alle eccellenze del calcio nazionale e siciliano

VITTORIA – Il Premio Nazionale del calcio Siciliano, giunto alla diciassettesima edizione, ha avuto il suo epilogo sul palcoscenico del magnifico teatro comunale ” Vittoria Colonna “.
Il Premio che ogni anno regala emozioni e ricordi legati al mondo del calcio , deve il suo splendore a Claudio La Mattina, Fabio Prelati e Sarò Sallemi, che con grande passione e professionalitá hanno dato vita ad una serata , diventata appuntamento fisso nel primo lunedì di Dicembre a Vittoria. La cornice storica e splendida del Teatro Comunale, ha ospitato i nomi eccellenti del calcio Nazionale e siciliano, premiati insieme a giornalisti e giornaliste Tv e carta stampata. La serata condotta egregiamente da Mikaela Calcagno , Mercedesz Henger e con gli interventi comici di Sasá Salvaggio. Tutto è andato in diretta Tv su Video Regione (sará replicato nel periodo natalizio), ha avuto momenti storici calcistici, con la presenza di Calciatori che hanno calcato i campi negli anni passati. Premi alla carriera a Beppe Furono, Capitano della Juventus negli anni 70/80.Premiato Claudio Sala ,Ala destra del Torino nell’anno dello scudetto granata.Premio alla Carriera a Federico Balzaretti calciatore che ha indossato le maglie di Juventus, Torino, Palermo , Roma. Momenti emozionanti e di commozione si sono vissuti quando sul palcoscenico è stata chiamata Chantall Borgonovo, vedova di Stefano , centravanti goleador di Fiorentina e Milan, morto qualche anno fa dopo una sofferenza causata dalla SLA, malattia degenerativa. La signora Chantall è stata voluta dall’organizzazione come madrina della Serata. Sempre emotiva è La consegna del premio Giorgio Di Bari, in memoria del calciatore Di Bari scomparso in giovane etá mentre era ancora in attivitá agonistica. il premio Di Bari consegnato dal figlio, è stato assegnato a Francesco Lodi, centrocampista del Catania. Lodi ha ringraziato il pubblico, e ha ricordato Diego Maradona , suo idolo e ispiratore dei calci di punizione, che Lodi calcia magistralmente. Premio alla carriera all’arbitro Rizzoli. Ha ritirato il premio come miglior arbitro nel 2016 il Signor Tagliavento arbitro internazionale. Tra una battuta e l’altra del comico Sasá Salvaggio,
che ha strappato risate e applausi ad un pubblico molto composto. Sono stati consegnati premi ad allenatori, calciatori, e dirigenti che hanno vinto titoli nella scorsa stagione calcistica.
Altro premio emozionante è stato il premio dedicato alla memoria di Rosario La Mattina , pioniere degli allenatori del calcio Vittoriese, scomparso nel 2015. Saro La Mattina amava il calcio e negli anni 60/70 dimostrò la sua conoscenza del calcio, entrando nella storia della Vittoria calcistica vincendo tre campionati consecutivi tra i dilettanti.
Il Premio è stato consegnato a Cristiano Lucarelli allenatore del Catania.
Sul palcoscenico si è parlato di un calcio che deve avere la voglia d , anche tra i vari settori della Federazione calcistica, la voglia di risorgere dopo la deludente prestazione della Nazionale Maggiore, eliminata dalla Svezia nello spareggio per avere il pass per accedere ai mondiali in Russia. Claudio La Mattina Deus ex machina della Serata e delegato Fgci provincia di Ragusa, ha parlato di organizzazione e competenza. Una Federazione che si rispetti, ha bisogno di addetti ai lavori che conoscono profondamente il calcio, in tutte le sue sfaccettature.
Quindi ha concluso tecnici competenti, funzionari che hanno cultura ed educazione calcistica.
La Serata trascinata dalla diretta televisiva, è andata verso il finale premiando giornalisti e giornaliste sportive di ieri è di oggi. Premiato Carlo Sassi, conosciuto dal mondo calcistico, per essere stato lo storico “Uomo Moviola “, era lui a commentare le azioni in dubbio nel corso delle Domeniche calcistiche.
I suoi replay e rallenty, facevano discutere gli addetti ai lavori.
Premiato Alberto Cerruti editorialista alla Gazzetta dello Sport e scrittore.
Premi eccellenti alle giornaliste e conduttrici Jolanda De Rienzo (Sportitalia) e Michela Persico.
Premio al Giornalista Filippo Grassia (Radio Raiuno),lui che racconta la moviola in radio. Tanti i Cerimonieri d’eccellenza, che hanno consegnato i premi agli ospiti. Una serata elegante, che ha acceso i riflettori nella bella Vittoria, in un freddoso Lunedì di Dicembre. Si chiude Il Sipario sulla diciassettesima edizione del Premio Nazionale del Calcio Siciliano. Applausi agli organizzatori per la professionale organizzazione della Serata. Applausi alla conduzione sul Palco, Brava Mikaela Calcagno, Superlativo Sasá Salvaggio, le sue battute hanno reso allegro il clima della Serata. Composta Mercedezs Henger nella sua conduzione. Bellissime le Ragazze Premio, tutte elegantissime. Si spengono le luci, si cala il sipario e giá si pensa all’organizzazione della prossima edizione, che come per le precedenti edizioni, prevede sempre il magnifico spettacolo del Calcio.

Print Friendly, PDF & Email