28 Febbraio 2021

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Giulianova, arrestati due cittadini albanesi. Sono accusati di estorsione

2 min read

I Carabinieri della Compagnia di Giulianova , nella serata di ieri hanno arrestato per concorso in estorsione  TUDA Aldo, 25enne, albanese residente a Sant’Egidio alla Vibrata e TUDA Sandri 20 enne, albanese, residente ad Alba Adriatica, entrambi pregiudicati ed entrambi dimoranti a Giulianova.

Questi i fatti: all’inizio del mese di novembre, durante la notte, l’incendio di una autovettura, passato ai più quale evento accidentale, aveva insospettito oltremodo i Carabinieri della locale Compagnia. Dai  successivi accertamenti sono emrsi chiari ed inquietanti collegamenti tra la vittima ed un gruppo di individui albanesi, pregiudicati,  da tempo dimoranti nella zona. Le intimidazioni si sono ripetute con altre modalità, anche con minacce di morte, il tutto riconducibile ad una partita di cocaina non pagata tempo addietro.

Ieri dopo l’ultimo intimidatorio contatto, gli albanesi “hanno invitato” il giovane a presentarsi ad un determinato orario, in una via nei pressi del lungomare Rosetano per saldare il debito, o parte di esso. I carabinieri, diretti dal Maggiore Calore, si sono posizionati chi per strada, chi all’interno di abitazioni, chi all’interno di autovetture bloccando tutte le vie di accesso o fuga. A scambio di denaro avvenuto sono piombati fulmineamente sui due individui che hanno tentato di divincolarsi per guadagnare la fuga, ma senza riuscirvi.

Nel corso di immediata perquisizione, i carabinieri hanno rinvenuto all’interno dell’autovettura, tra i due sedili anteriori,  una mazza ferrata lunga circa 60 cm. I due individui, ammanettati sono stati portati in caserma  per le formalità di rito, per poi proseguire la trasferta all’indirizzo di Castrogno.

Nel fine settimana appena trascorso, i Carabinieri della Compagnia  Giuliese, hanno altresì svolto un servizio straordinario di controllo del territorio, concentrando nel centro abitato di Roseto degli Abruzzi 6/7 pattuglie. Particolare attenzione è stata rivolta al fenomeno della “movida notturna” con capillari controlli  nelle zone in cui insistono esercizi pubblici con maggior affluenza di giovani nelle ore serali/notturne. Nel corso del servizio, che ha visto impiegati più di dodici militari dell’Arma, sono state denunciate in stato di libertà 4 persone responsabili, rispettivamente, due per guida in stato di ebbrezza alcoolica, una per guida senza patente e una per violazione delle prescrizioni della Sorveglianza Speciale. Sono stati controllati, complessivamente, oltre quaranta autoveicoli, due dei quali sequestrati, ed una sessantina di  persone, nonché due esercizi pubblici.

La presenza dei militari dell’Arma, resa maggiormente visibile dall’uso dei dispositivi luminosi supplementari, non è passata inosservata ed ha suscitato favorevoli commenti nella popolazione locale.

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share