Acate.”La Donna vestita di sole”: una raccolta di riflessioni sulla Vergine Maria edita dal parroco don Rosario Di Martino.

Redazione Due, Acate (Rg), 6 settembre 2015.- Non conosce sosta la fucina letteraria e narrativa del parroco emerito di Acate, don Rosario Di Martino. Don Rosario, infatti, collocato a riposo, lo scorso mese di dicembre, dal vescovo della diocesi di Ragusa, Monsignor Paolo Urso, per raggiunti limiti di età, immerso nella pace e tranquillità della sua natia Pedalino, ha dato recentemente alle stampe un nuovo volume dedicato, questa volta, non ai Paternò Castello, principi di Biscari, o a San Vincenzo Martire, oggetto nei decenni passati delle sue minuziose e dettagliate ricerche storico-scientifiche che hanno fatto finalmente luce sulla nobile casata etnea e sul Santo Martire, oscurando leggende centenarie, bensì “all’amore” della sua vita, la “Beata Vergine Maria”. “La Donna vestita di sole”, è questo il titolo dell’ultimo lavoro di don Rosario, donato a parenti ed amici in occasione del suo cinquantesimo di sacerdozio. “Un libro nel quale canta- come sottolineato da monsignor Paolo Urso- il suo amore per la Vergine Maria”. “Siamo quasi coetanei- continua il vescovo della Diocesi di Ragusa- e quindi so quale è stato il posto della Madonna nel nostro itinerario formativo alla vita ed al presbiterato. Adesso che non sei più il parroco di Acate, vuoi che la gente sappia della tua gratitudine alla Vergine, nostra mamma, perchè ti ha aiutato a mantenere vivo l’entusiasmo del giorno dell’ordinazione presbiterale, avvenuta il 15 agosto 1965, festa dell’Assunta. Grazie, quindi, don Rosario perché ci permetti di condividere con te i sentimenti profondi di amore e di gratitudine che anche noi nutriamo per la Donna vestita di sole”. Parole di affetto e stima sono state quindi espresse da monsignor Urso nei confronti di don Rosario,” la nostra conoscenza è iniziata, per un misterioso e stupendo piano di Dio, poco più di tredici anni fa. E col passare dei giorni ha assunto i colori dell’amicizia e della stima, fondati sulla comune partecipazione al sacerdozio di Cristo e sulla decisa volontà di accompagnare le persone nel loro cammino spirituale”. Parole che hanno commosso don Rosario il quale ha tenuto a ringraziare il “suo vescovo”, soprattutto per averlo “incoraggiato a rendere pubbliche queste semplici riflessioni su Maria, la Donna vestita di sole”. “Invero- si legge nell’introduzione del volume a firma di don Rosario- stando alla mia indole di uomo molto schivo e severo verso se stesso, avevo optato di conservarle in un cassetto. Pertanto a lei eccellenza che si accinge a vivere l’esperienza di vita che io vivo oggi, auguro che la Vergine Maria, nostra mamma, sia tutta la ragione della sua speranza”. La Vergine Maria, “ la luce vera che illumina ogni uomo”, e che ha illuminato durante tutto il suo lungo cammino pastorale anche don Rosario. “Queste pagine- tiene a sottolineare il parroco- non vogliono avere alcuna pretesa di essere un trattato di mariologia ma vogliono realizzare un desiderio, che è diventato sempre più forte e, perché no, affascinante e attraente, di mettere per iscritto i miei umili sentimenti di amore filiale verso la mamma celeste”.

Print Friendly, PDF & Email