22 Ottobre 2021

ITALREPORT

Quotidiano on-line

LA ZONA ARANCIONE PENALIZZA OLTREMODO I RISTORATORI

2 min read

Una norma che va modificata. La zona arancione penalizzata oltremodo le attività di ristorazione costrette a chiudere al pubblico e a garantire solo il servizio d’asporto. Confimprese iblea con il presidente provinciale Pippo Occhipinti (nella foto)  chiede al sindaco di Comiso e alla commissione prefettizia di Vittoria una interlocuzione “urgente” con il Ministero della Salute e con il governo nazionale. La relazione dell’azienda sanitaria locale di Ragusa del 25 agosto ha evidenziato nei Comuni di Comiso e Vittoria lo sforamento grave dei parametri previsti dalla vigente normativa per l’adozione dei provvedimenti restrittivi. “Siamo solidali con i nostri colleghi ristoratori di Vittoria, Scoglitti e Comiso –spiega Occhipinti – per una norma assurda che non tiene conto della situazione sanitaria attuale. Ad oggi, ancora una volta, sono i ristoratori a pagare il prezzo più alto per scelte decisionali non prese durante tutto il periodo estivo. Mi riferisco agli assembramenti e alle feste autorizzate. Ci penalizzano per negligenze altrui. I ristoranti che rispettano le regole hanno il diritto di lavorare. Noi ci siamo adeguati, abbiamo investito, distanziato, rispettato le regole”. La situazione sanitaria, nel versante ipparino, è fuori controllo e sarebbe opportuno un maggiore senso di responsabilità.  Non ci sono altri rimedi se non la vaccinazione e il rispetto delle regole: ovvero l’uso corretto della mascherina, il distanziamento, e l’igiene personale. “Nelle piccole e medie imprese non è mai mancato il senso di responsabilità – commenta il presidente provinciale di Confimprese iblea – quello che abbiamo applicato fin dall’inizio della pandemia, adottando i protocolli igienico-sanitari e rispettando con diligenza e rigore le indicazioni del Governo per evitare la diffusione del virus, perché abbiamo a cuore la salute, quella dei nostri dipendenti e di tutta la comunità”.

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share