23 Novembre 2020

ITALREPORT

Quotidiano on-line

L’Asd Città di Ragusa con organico ridotto alla sfida contro la capolista Città di Messina che, comunque, vince di misura

2 min read

L'allenatore Filippo Raciti

L’ASD CITTA’ DI RAGUSA SI PRESENTA CON ORGANICO RIDOTTO ALLA SFIDA CON IL CITTA’ DI MESSINA. AZZURRI SCONFITTI MA RIESCONO COMUNQUE A TENERE BENE IL CAMPO. SONO STATI INTANTO INGAGGIATI BRONHOLO E DI STEFANO

RAGUSA – Tre giocatori in meno in distinta rispetto all’ordinario, quattro Duemila, di cui tre sono scesi in campo. Questi i numeri con cui l’Asd Città di Ragusa si è presentato, sabato scorso, alla sfida con la capolista Città di Messina (la partita è stata disputata a porte chiuse). Organico, dunque, ridotto ai minimi termini anche se, nelle prossime ore, qualcosa dovrebbe cambiare, visto che è stato raggiunto l’accordo con il centrocampista centrale Gabriel Bronholo, che tra l’altro ha già esordito nel match contro i peloritani, e con il terzino destro Davide Di Stefano, proveniente dal Siracusa, che però potrà essere utilizzato solo a partire dall’1 gennaio e che, comunque, da giorni si allena con il gruppo. Considerate le premesse, dunque, gli azzurri si sono espressi al meglio e, dopo aver subito la rete in occasione del primo scorcio di gara, hanno retto bene alle incursioni della corazzata formata dai padroni di casa. E’ finita 1-0 con il Città di Ragusa che ha anche parato un rigore ai locali grazie alla performance del portierino Cirmi che, dopo l’espulsione del guardapali titolare, Di Martino, ha dimostrato di avere le qualità per potere ben figurare in questa categoria, possedendo molta preparazione per il ruolo specifico. “Per il resto – sottolinea l’allenatore Filippo Raciti – non posso commentare una partita in cui abbiamo dato il cuore, abbiamo giocato al massimo ma, naturalmente, con un arco dalle frecce spuntate. Il girone di andata per noi si chiude con otto punti, un bottino molto magro. E però, considerate le prospettive che abbiamo dinanzi, dobbiamo a tutti i costi metterci in moto nella maniera migliore per cercare di risalire la china. Secondo me ci sono tutte le carte in regola affinché ciò possa accadere. Dobbiamo solo pensare a lavorare. E con l’innesto dei nuovi, che dovrebbero arrivare da qui a qualche giorno quantomeno per rinfoltire l’organico, dico che ce la possiamo fare. Io il bicchiere lo vedo mezzo pieno e non perché sia un inguaribile ottimista ma perché, stando così le cose, è possibile che si conquisti l’obiettivo che abbiamo prefissato ad inizio stagione, vale a dire la salvezza”. Intanto, il Città di Ragusa tornerà in campo domenica 7 gennaio, sul campo del Rosolini, per la prima partita del girone di ritorno. Nel frattempo, da martedì a venerdì gli azzurri si alleneranno regolarmente mentre sabato, prima del “rompete le righe” per le feste di Natale, dovrebbe essere programmata un’amichevole. Non sono da escludere ulteriori novità nel corso della settimana per quanto riguarda l’organico.

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share