A Bruxelles liberino dal patto le risorse per innovazione, banda larga e tecnologia

Credo che l’Italia debba essere capace di investire nei prossimi anni sull’agenda digitale, la banda larga, sulle infrastrutture digitali,. Dobbiamo smettere di parlarne e fare convegni e portarli avanti centralizzando gli investimenti“. Lo ha detto il premier Matteo Renzi inaugurando l’impianto Alcatel Lucent a Vimercate.

Dicono a Bruxelles di non essere burocrati? Liberino dal patto le risorse per innovazione, banda larga e tecnologia. Non si taglia sul futuro“. Lo ha detto il premier Matteo Renzi inaugurando l’impianto Alcatel Lucent a Vimercate.
Agenda digitatale.Credo che l’Italia debba essere capace di investire nei prossimi anni sull’agenda digitale, la banda larga, sulle infrastrutture digitali,. Dobbiamo smettere di parlarne e fare convegni e portarli avanti centralizzando gli investimenti.
Per l’agenda digitale – ha aggiunto Renzi – ogni ministero ha la propria parte di investimenti e li fa senza sentire il ministero accanto. Occorre invece un’unica regia, con tempi certi e investimenti certi“.

Europa.I dati di oggi dell’Ocse, che dicono che l’Eurozona è il problema della mancanza di crescita dell’economia mondiale, sono molto tristi da un lato e incoraggianti dall’altro. Perchè dimostrano che se l’eurozona cambia, può tornare a crescere anche l’economia mondiale“. Sulle ultime affermazioni dall’Europa ha chiarito: “Noi non abbiamo voglia di fare le polemiche coi vertici europei. Non ho mai detto che a Bruxelles la commissione è un covo di burocrati“. Secondo Renzi, se i vertici di Bruxelles “non si vogliono chiudere nel recinto dorato della burocrazia, dicano che tutto ciò che viene investito per produrre tecnologia e innovazione venga tolto dalle catene del Patto di stabilità. Dimostriamo che le aziende che fanno innovazione vengono aiutate“.

Per tornare a crescere, però, secondo il presidente del Consiglio “è fondamentale investire sulla ricerca, sulla tecnologia e sui prodotti di qualità. La storia italiana è piena di innovatori, innovare è nel nostro Dna, non credete a chi vi dice che non c’è futuro per l’Italia Quelli che sono capaci di mettersi in gioco vincono, quelli che stanno nel piagnisteo e nelle occasioni perdute non vanno da nessuna parte: il nostro tempo è adesso’‘. E citando un proverbio africano ha concluso: “Il miglior momento per piantare un albero era vent’anni fa, il secondo migliore è adesso”.

[embedplusvideo height=”480″ width=”640″ editlink=”http://bit.ly/1y9B2gR” standard=”http://www.youtube.com/v/WlPgpOsSygs?fs=1″ vars=”ytid=WlPgpOsSygs&width=640&height=480&start=&stop=&rs=w&hd=0&autoplay=0&react=1&chapters=&notes=” id=”ep5366″ /]

Print Friendly, PDF & Email