Acate. Acqua della diga del Ragoleto. Due documenti a firma: Movimento 5 Stelle ed Orizzonti Chiari.

Redazione Due, Acate (Rg), 28 ottobre 2015.- Continua ancora, com’era prevedibile, la querelle tra le opposizioni e l’amministrazione comunale sulla “bontà” o meno dell’acqua della diga del Ragoleto, immessa, lunedì scorso, nella condotta idrica cittadina. Sono pertanto pervenuti alla nostra redazione altri due documenti a firma rispettivamente del “Movimento 5 Stelle Acate” e dell’associazione politico- culturale, “Orizzonti Chiari” che di seguito pubblichiamo.

Movimento 5 Stelle Acate

Questa mattina siamo stati dal dirigente dell’ufficio tecnico, Ing. Sidoti, per prendere visione delle analisi effettuate sull’acqua della diga Ragoleto. Candidamente ci è stato detto che non era stata fatta nessuna analisi. Inoltre ci è stato detto che è stata immessa una modesta quantità d’acqua al solo scopo di provare le condutture. Ci chiediamo quale sia lo scopo di tale prova visto che l’acqua ad oggi non solo non è potabile ma non può essere usata neanche per altri scopi civici che non siano quelli agricoli o industriali. Ci chiediamo altresì se sia stato opportuno immettere quella “modesta” quantità d’acqua nelle tubature visto che, senza analisi preventive, non si sa se e quanto possa essere nociva. Ma si sa, l’apparenza prima di tutto! In ogni caso ci siamo recati presso i serbatoi comunali per una ispezione e abbiamo anche prelevato dei campioni d’acqua che provvederemo a fare analizzare.

 

Associazione Politico Culturale Orizzonti Chiari

Più che acqua del Ragoleto…per Raffo ci vorrebbe l’acqua di Lourdes!!!

Anche quella che dovrebbe essere la normalità, per Raffo è diventata un’impresa da raccontare ai posteri. Ogni occasione è buona per indossare la fascia tricolore e fare passerella, annunciando le sue grandi opere. In pompa magna, lo scorso lunedì Raffo ha portato l’acqua potabile nelle case degli acatesi. Ma, più che un applauso, in questo caso calzerebbe a pennello una sonora pernacchia!!! Ebbene, la grande opera di cui lui si vanta, altro non è se non l’attivazione di una condotta e del potabilizzatore fatta costruire tanti anni fa dal Comune di Acate, nell’ambito del progetto del secondo acquedotto. Quindi il  Sindaco non ha fatto proprio nulla di suo, se non indossare la fascia e fare le foto in pompa magna insieme a tutte le autorità ed ai pochi  rimasti a suo fianco. Ma, cosa ancor più grave, risulterebbe (e su questo ci auguriamo e pretendiamo una smentita da parte sua) che l’acqua proveniente dalla diga del Ragoleto non solo non è potabile ma sarebbe addirittura “contaminata” da scarichi fognari, non intercettabili dai potabilizzatori. In sostanza Raffo ha portato nelle case degli acatesi acqua destinata ad usi irrigui ed industriali, facendola passare attraverso un potabilizzatore che in brevissimo tempo andrà in tilt. E meno male che si è fatto paladino della tutela della salute pubblica!!! Considerata la insalubrità delle acque che arriveranno ad Acate dalla diga, sconsigliamo al Sindaco di mettere a rischio la propria salute facendo un bagno con l’acqua del Ragoleto. Semmai, gli raccomandiamo un bel bagno nell’acqua di Lourdes, per due ragioni. Innanzitutto, perché solo un miracolo potrà farlo “rinsavire” e potrà far si che questo soggetto eviti di continui a propinare “baggianate” alla popolazione. E poi, perché solo un miracolo potrà salvare Acate e gli acatesi dai danni catastrofici che questo sindaco sta procurando.

Il Presidente

Ing. Giuseppe Di Natale

Il Segretario

Gianpippo Busacca

 

Print Friendly, PDF & Email