Acate. Associazione Politicoculturale Orizzonti Chiari: “Affari di famiglia”. Riceviamo e pubblichiamo.

Redazione Due, Acate (Rg), 10 ottobre 2015.- Per anni Raffo ci ha propinato la favola del costo zero. Tutto a costo zero. Talmente a costo zero che, calata la maschera, sindaco ed assessori non solo percepiscono le indennità, ma addirittura se le sono triplicate rispetto alle precedenti amministrazioni. Tutto questo grazie alle tasse più alte della storia, grazie al sangue ed al sudore dei cittadini acatesi. Vergogna!!! Ma, sempre per rimanere in tema di costo zero, in questi giorni Raffo ed i suoi pochi adepti rimasti continuano a dimostrare ciò che, sinceramente, li spinge ad impegnarsi in politica: i piccioli!!! La politica è divenuta per alcuni un ufficio di collocamento, per altri un lauto “affare” che unisce padri e figli, mariti e mogli, cognati ed affini, in un unico grande calderone dal quale “sucare il sangue degli acatesi” e che risponde al nome di Comune di Acate. Con determina sindacale n. 56 dell’8/10/2015, il nostro buon Sindaco ha conferito un incarico a professionista esterno, dall’importo imprecisato (comunque inferiore a 40.000,00 euro), che risponde al nome di Arch. Giovanni Carrubba. Per chi non lo sapesse, l’Arch. Carrubba, noto e stimato professionista, è marito del Consigliere Comunale Immacolata Licitra. Con determina n. 495 del 25/09/2015, il Comune di Acate ha invece affidato l’incarico di eseguire interventi di ripristino e manutenzione (per 1.500,00 euro IVA inclusa) alla ditta Gam Technology Infissi di Michele Amatucci (parrebbe che non sia il primo lavoro che esegue questa ditta). Per chi non lo sapesse, il Sig. Amatucci è il padre dell’Assessore e Consigliere Comunale Isaura Amatucci. Ma il colpo di scena arriva con la determina sindacale n. 57 dell’8/10/2015: il sindaco, nella logica del costo zero, nomina un esperto alla modica cifra di € 1.530,00 lordi al mese fino al 31/12/2015 (e chissà per quanto ancora) che risponde al nome, “nientepopodimenoche”, di Ugo Lantino. E qui viene il bello. Per chi non lo sapesse, il Sig. Lantino è cognato del Consigliere Comunale Cristian Palma. Piccolo particolare: il Consigliere Palma è consigliere comunale, ma di opposizione, e figura tra i principali esponenti del Movimento 5 Stelle di Acate!!! Premesse le doti del Sig. Lantino e la sua idoneità allo svolgimento del ruolo affidatogli, che non mettiamo affatto in dubbio, le opzioni sono tre:

1) Il Consigliere Palma è favorevole a questa operazione. Noi, sinceramente, ci sentiamo di escludere questa opzione e ci auguriamo che non sia così.

2) Trattasi di becera operazione di “piccola” politica paesana, di profilo veramente basso, volta a “spaccare” una famiglia (naturalmente tutto a spese dei cittadini).

3) Il Sig. Lantino si è convertito sulla via di Damasco. Perché, sempre per chi non lo sapesse, il neo esperto del sindaco era candidato alle scorse elezioni nelle lista dei casti e puri del Movimento 5 Stelle di Acate. Ebbene, per una manciata di voti Ugo Lantino non è stato eletto al consiglio comunale. Fino a qualche tempo fa, dai pulpiti, anche il Lantino predicava la castità e la purezza, di cui solo i grillini sono detentori. Ma, come recita il vecchio adagio, “Tutto ha un prezzo”, anche per i grillini. Evidentemente la castità e la purezza, in questo caso, valgono 1.530,00 euro lordi al mese.

 

Il Presidente                                                                                                Ing. Giuseppe Di Natale  

Il Segretario                                                                            Gianpippo Busacca  

Print Friendly, PDF & Email