Acate. Comitato Cittadino per gli Stati Generali: interrogazione di iniziativa popolare sulla sistemazione della strada, Pozzo Salito- Foce Dirillo. Riceviamo e pubblichiamo.

Acate (Rg), 16 marzo 2015.- Con atto deliberativo n°41 del 19/01/2012 pervenuto al comune di Acate in data 8/01/2013 (sindacatura Caruso) l’ESA finanziò il progetto di euro 98.000,00 per la sistemazione della strada “Pozzo Salito – Foce Dirillo”. Con la delibera n° 99 del 22 luglio 2013 la giunta, composta dal Sindaco Raffo e dagli assessori Capizzi, Zaffarana, Sarrì e Denaro, decise di affidare la progettazione e successiva direzione lavori per la sistemazione della strada “Pozzo Salito – Foce Dirillo” ad un tecnico esterno di elevato profilo professionale, ciò in considerazione che l’organico del nucleo Servizi Tecnici non poteva dare celerità all’adempimento di progettazione. Con propria determina n° 42 del 30/07/2014 la S.V. nella qualità di Sindaco del nostro comune individuo nell’ing.Fedele Ferlante di Acate il tecnico esterno di elevato profilo professionale idoneo alla realizzazione del progetto di sistemazione della strada “Pozzo Salito – Foce Dirillo”. Con delibera di giunta n° 43 del 14/03/2014 si deliberò l’approvazione definitiva del progetto esecutivo per i lavori di sistemazione della strada “Pozzo Salito – Foce Dirillo” per un importo di euro 98.000,00, incaricando con la stessa, il Dirigente dell’Ufficio Tecnico di predisporre quanto necessario all’affidamento dei lavori. In data 5/11/2014 con propria determina il Dirigente del Nucleo Servizi Tecnici Dott. Giuseppe Piccione determino l’aggiudicazione definitiva dei lavori di sistemazione della strada “Pozzo Salito – Foce Dirillo” alla ditta M.G. Manutenzioni snc. I fatti sopra raccontati smentiscono le frasi da Lei pronunciate con le quali dice, che le amministrazioni passate hanno lasciato solo debiti, volutamente infatti ha dimenticato di dire che ha anche trovato, progetti già finanziati con somme importanti quale è, l’importo di euro 98.000,00. In questi giorni ci siamo recati lungo la strada di cui agli atti sopra elencati, che per intenderci e quella che dalla rotonda dove sorge l’ex bar Intanno porta alla foce del Dirillo, e nonostante l’abbiamo percorsa tutta, sia in andata che in ritorno, non abbiamo trovato nessuna ditta al lavoro. Per la verità sono solo visibili, solo alcuni sparuti lavori, regolarmente recintati e segnalati, ma attualmente privi di ogni attività lavorativa, è visibile il cartello obbligatorio, contenente le informazioni dei lavori, dal quale abbiamo appreso che la data di inizio dei lavori è stata il 5 novembre 2014. I cittadini di Acate ci ricordiamo, anzi la vediamo ogni giorno, la strada per Niscemi iniziata e mai finita, dove purtroppo vi furono indagini giudiziarie, per cui è legittima la preoccupazione di vedere che somme stanziate vengano consumate senza produrre l’atteso beneficio. Pertanto con la presente interrogazione la invitiamo a fornire le risposte alle seguenti semplici domande: Come giustifica il conferimento dell’incarico di progettazione e successiva direzione lavori, ad un tecnico esterno di elevato profilo professionale, deciso in funzione della celerità nell’adempimento di progettazione, stante che poi il progetto definitivo è stato approvato dopo quasi otto mesi dall’affidamento dell’incarico, in considerazione anche, come è noto a tutti, che l’ing. Fedele Ferlante è stato durante la campagna elettorale un suo sostenitore?; Quali sono i motivi per i quali, i lavori iniziati il 5 novembre 2014, sono ad oggi, completamente fermi, stante la legittima preoccupazione di ogni cittadino di dover vedere l’ennesimo sperpero di danaro pubblico

senza averne nessun beneficio?. La strada per Niscemi ne è memoria

 

Print Friendly, PDF & Email