Acate. Coordinamento Cittadino di Insieme per Acate: “Avanti un altro”. Riceviamo e pubblichiamo.

Redazione Due, Acate (Rg), 13 settembre 2016.- Da notizie fino a questo momento ufficiose, apprendiamo che il Dott. Guzzardi responsabile dei servizi finanziari del Comune di Acate con incarico di Responsabile di posizione organizzativa, ha rassegnato le dimissioni  dall’Ente. Lo stesso era stato confermato Funzionario Direttivo del  Settore Operativo Servizi Finanziari e del Personale con determina sindacale n.43 del 6 settembre 2016. La posizione del dott.Guzzardi,assunto con determina sindacale n.11 del 29.3.2016,quale contrattista a tempo determinato ai sensi dell’art.110 del Tuel,è stato fatta oggetto di una circostanziata segnalazione alla Procura della Corte dei Conti di Palermo,alla Procura della Repubblica di Ragusa ed a altri Organi Istituzionali  da parte di consiglieri del gruppo Insieme per Acate, in quanto titolare di contratto a tempo determinato,risolto di diritto ope legis,ai sensi del comma 4 dell’art.110 del Tuel poichè il Comune di Acate era stato dichiarato in dissesto finanziario con delibera del Consiglio Comunale del 12.08.2016.esecutiva ai sensi di legge. Chiaramente,la segnalazione agli organi istituzionali ed inquirenti non si era limitata al dott.Guzzardi ma a tutti i dipendenti del Comune assunti ai sensi dell’art.110 Tuel. Nonostante la espressa previsione della legge che dichiara risolti di diritto i contratti ex art.110 in caso di dichiarazione di dissesto del Comune ,il Sindaco ha prorogato gli incarichi degli stessi sulla base di una fantasiosa competenza della Commissione per la Stabilità Finanziaria degli Enti Locali ad intervenire in materia. Naturalmente  la Commissione non ha risposto né potrà rispondere in quanto non ha alcuna competenza ad intervenire in base alla legge. Aggiungasi che è rientrata dal periodo di aspettativa la dott.ssa Di Martino impiegata a tempo indeterminato del comune con funzioni di responsabile apicale del servizio Finanziario e del Personale per cui ogni assunzione di ulteriore personale per la stessa posizione è illegittima. Di tanto si informa la cittadinanza, con riserva di conferma o smentita della notizia acquisita da autorevole fonte politico istituzionale.

 

Print Friendly, PDF & Email