Acate. Coordinamento Cittadino Insieme: “Raffo al capolinea”. Riceviamo e pubblichiamo.

Redazione Due, Acate (Rg), 13 aprile 2017.- Con l’approvazione della legge regione Sicilia n.6 del 29 marzo 2017, i Comuni che non approvano gli atti fondamentali del Consiglio (tipo i bilanci preventivi e consuntivi) vedono decadere i Consigli Comunali nonchè il Sindaco e la rispettiva Giunta. Ebbene, il Comune di Acate non ha fino ad oggi approvato il bilancio stabilmente riequilibrato 2015/2017. A giorni, comunque, sia pure con ritardo, la proposta di delibera di giunta municipale che sottopone alla approvazione del Consiglio Comunale la proposta di bilancio 2015/2017 dovrà essere sottoposta alla attenzione di tale Organo. Coerenti con il proprio ruolo di opposizione politico amministrativa contro la inconcludente e fallimentare amministrazione Raffo, anticipiamo che respingeremo senza se e senza ma tale delibera, al fine di provocare la decadenza del Consiglio Comunale e della giunta, e consentire la venuta di un Commissario al Comune che predisporrà gli atti in previsione del rinnovo degli organi istituzionali ( Consiglio, Sindaco e  Giunta)  alla prima tornata utile. Chiaramente il gruppo Insieme/Acate conta su tre consiglieri, e, pertanto, al fine di respingere la approvazione del bilancio necessitano i voti dei cinque consiglieri del Movimento Cinque Stelle. Non abbiamo dubbi che anche loro bocceranno la proposta  di  bilancio considerato che, da tempo, perseguono l’obbiettivo di eliminazione del Sindaco avendo già proposto mozioni di sfiducia contro lo stesso, purtroppo risultati privi del necessario numero di voti consiliari in sede di delibera. Oggi, fortunatamente, la musica è cambiata e con otto voti di consiglieri è possibile mandare a casa il Consiglio nonché Sindaco e Giunta. A Ciccio Raffo e ai suoi sette discepoli auguriamo politicamente che quella del  Giovedì Santo, sia l’ultima cena.

Il Coordinamento Cittadino Insieme/Acate.

??????????????

 

Print Friendly, PDF & Email