Acate. Gruppo Insieme: “Il sindaco con la fascia ma senza occhiali”. Riceviamo e pubblichiamo

ACATE – Abbiamo appreso da notizie di stampa che il comune di Acate è stato premiato come“Ente Virtuoso”, per aver superato in un anno la soglia del 50% nella raccolta dei rifiuti.

Tale notizia ( ammesso e non concesso che sia vera) ci riempie il cuore di gioia,solo che vorremmo ricordare al Sindaco,il quale non perde occasione per mettersi la fascia, che questo risultato( se veramente ottenuto) non sarebbe merito Suo bensì frutto del buonsenso dei cittadini acatesi e del lavoro dignitoso che svolgono ogni giorno gli Operatori Ecologici.
In verità,da quando è partita la raccolta differenziata, abbiamo solo assistito a cambi di ditte che operano nel settore, non è mai stata fatta una seria campagna di sensibilizzazione per differenziare i rifiuti,non è mai stato adottato un sistema di videosorveglianza per individuare i trasgressori e punirli come fanno altre amministrazioni,non è diminuita, neanche di un centesimo, la tassa sui rifiuti anzi Ciccio Raffo e i suoi discepoli sono riusciti, nel tempo, a farla aumentare.
Da circa un anno il gruppo civico INSIEME/Acate ha richiesto tutte le copie dei mandati di pagamento effettuati in favore delle ditte che gestiscono la raccolta differenziata,nonché delle reversali di incasso di somme effettuate in favore del comune dalle ditte di stoccaggio e riciclo dei rifiuti (cartone,vetro,plastica, etc, etc..) che per legge sono obbligati a comprarsi i rifiuti riciclabili con il seguente risultato : fino ad oggi nessuna risposta.
Allo stato degli atti, ci troviamo in presenza della solita politica degli annunci privi di prove di Ciccio Raffo che ringraziamo per tutto quello che di negativo ha fatto in questi anni della sua amministrazione, con l’augurio, per il bene del paese,che rassegni le sue dimissioni.
Come non si accorge che da quando guida il comune si è perso tutto il decoro urbano in senso figurato e in senso reale,non esiste più una palma,la villa è distrutta,l’area dedicata ai bambini in piazza Matteotti ridotta ormai ad una pattumiera e il verde pubblico abbandonato a se stesso, per non parlare di Marina di Acate.
Questo è il frutto di una incompetente ed inetta gestione della cosa pubblica. Non è più possibile lasciare Acate e gli acatesi in questo stato.
Sicuramente a breve organizzerà un pubblico comizio per spiegare,a modo suo,il risultato raggiunto. Le anticipiamo che non serve più: gli acatesi ne hanno le scatole piene delle sue menzogne.
Faccia il suo dovere, glielo diciamo ancora una volta, se ne vada a casa e liberi Acate da questo disastro.  
Acate 11.04.2017

IL COORDINAMENTO CITTADINO INSIEME/ACATE

Print Friendly, PDF & Email