Acate. “La terra dei fuochi non esiste solo in Campania”. Nota del Movimento 5 Stelle. Riceviamo e pubblichiamo.

Redazione Due, Acate (Rg), 12 novembre 2016.- Qualcuno, probabilmente allo scopo di difendere l’indifendibile amministrazione Raffo, ci chiede continuamente cosa faremmo noi se fossimo al governo di questa città. Bene, rispondiamo dicendo che se amministrasse il Movimento 5 Stelle, fra i primi interventi ci sarebbero la pulizia e la sicurezza del territorio. Bisogna subito mettere in funzione le telecamere che ad Acate sono già installate (avete capito bene: abbiamo un sistema di videosorveglianza ma il sindaco non riesce a farlo funzionare!), installarne delle altre per una copertura totale e videosorvegliare pure Marina di Acate. A questo provvedimento bisogna far seguire un’ordinanza sindacale con cui ricordare (con le buone o con le cattive) ai proprietari dei terreni che questi devono essere recintati e tenuti puliti per la salvaguardia del decoro e della salute. Ci siamo stancati di assistere inermi al fenomeno delle discariche abusive, ci siamo stancati dell’incompetenza di questa amministrazione nel gestire un servizio importante come la raccolta differenziata, ci siamo stancati di vedere il nostro territorio così sporco e inquinato con un sindaco che non fa nulla per arginare il problema. Il consigliere Giovanni Occhipinti ha denunciato più volte il problema e sottoposto al sindaco in sede di consiglio comunale l’urgenza delle telecamere ad Acate. Come al solito veniamo ignorati. Forse a qualcuno non conviene che si affronti il problema dei rifiuti? Vanessa Ferreri ha denunciato tutto ciò, e a questa denuncia ne seguiranno altre fino a quando qualcuno capirà che oltre a distruggere il nostro territorio, si sta distruggendo la nostra salute. La tolleranza è finita, andremo avanti a denunce e porteremo tale problema anche a Roma se è necessario, perchè evidentemente la terra dei fuochi non esiste solo in Campania.

Print Friendly, PDF & Email