Acate. “Lavori al Palazzo Municipale: un problema risolto e…un procedimento penale in meno”. Comunicato dell’amministrazione comunale. Riceviamo e pubblichiamo.

Redazione Due, Acate (Rg), 14 gennaio 2017.- In questi giorni sono stati avviati i lavori di messa in sicurezza dei locali del Comune. Un intervento sicuramente necessario e urgente, se è stata data la priorità rispetto ad altri. “Sig. Sindaco, lei  il 4 marzo del 2015 è stato invitato dal S.Pre.S.A.L a scegliersi l’avvocato poiché su di lei c’erano delle “indagini preliminari”, per mancanza di ”Igiene e Sicurezza”. Un Sindacato e alcuni impiegati hanno fatto scattare il procedimento.  Ma questi lavori sono così urgenti?” “Veramente erano urgenti anche 15/20 anni fa. Siamo in ritardo”, risponde il Sindaco. “Gli addetti ai lavori conoscono la 626 e la 081, che sono più vecchie di me. Comunque, a parte l’ennesima denuncia penale (un record), sicuramente sono lavori necessari e si debbono fare. Purtroppo se ne sono accorti solo ora, che ci sono io. E in un momento di dramma finanziario!  Colgo l’occasione per ringraziare le Autorità competenti per la comprensione e le proroghe che mi hanno concesso. “Come mai un esposto e, addirittura, un procedimento penale, che insieme ad altri appesantisce la sua situazione nei confronti della giustizia. Dorme la notte?” “Dormo poco, ma per altre cose. Sono sereno. Lavoro dalla mattina alla sera nell’interesse della mia comunità, in spaventose difficoltà finanziarie, di cui nessuno vuol parlare. Ci avete fatto caso? Nessuno! Nemmeno le opposizioni. Anzi tutti convivono in un omertoso connubio. Si odorano, si accoppiano, concordano strategie, come in occasione dell’ultimo segretario voluto a furor di…Consiglieri Comunali, rapiti da un incontenibile amore. E’ il Segretario della bancarotta del 2012, deliberata e subito nascosta, insieme a Milioni di Euro di debiti. Presto vi racconterò le sue prodezze. Si prevedono giorni di fuoco, che avranno un peso anche nelle Elezioni regionali…Torniamo al Comune. Il 3 febbraio del 2015 sono stato denunciato. Immediatamente ha fatto seguito una serie di ispezioni del Servizio Prevenzioni dell’ASP di Ragusa, scortati sempre dal vigile urbano Cirino Gaetano, da molti anni Responsabile della Sicurezza e del Benessere degli impiegati. C’è ritardo. Però oggi si chiude una lunga e dolorosa vicenda, che mi ha fortemente amareggiato. Avevo in animo di fare altre cose, politicamente più importanti, ma…Dura lex, sed..Vado avanti.  Da due anni vedo solo macerie, dove il Comune è solo la punta di un Eisberg: il Magazzino, ridotto in un cimitero di mezzi, le macchine di servizio da sfascio, il Convento dei Cappuccini e il Castello, mai un minimo di manutenzione, per non parlare del Macello, del “Mostro” Depuratore delle fogne, della Zona artigianale, del Potabilizzatore, delle strade urbane ed extraurbane, del cimitero, della pulizia del Paese (Ricordate le montagne di immondizia, il fetore dei cassonetti, i topi e le zecche?) ecc. ecc. In ogni angolo l’immagine di Amministratori-fantasmi: assenti, inutili,  inconcludenti, spregiudicati gestori delle Finanze del Comune, Bancarottieri. Falsi e Bugiardi, con la complicità di tanti, troppi, di tutte le razze. E Terrorizzati, sin dal primo giorno perseguitano chi li ha sbugiardati e lavora per un buon governo e  per risanare il Comune. Pazzi, ormai sono nudi di fronte al tribunale della Verità e pensano di diventare vergini buttando fango”.   

Intanto mettiamo la parola fine ai lavori del Comune e andiamo avanti. A giorni vi relazioneremo sul Mostro- Depuratore, sulla Zona artigianale, sul Potabilizzatore, su alcune strade da asfaltare, sul parco giochi di villa Garibaldi, ecc.

 

  L’Amministrazione Comunale

 

Print Friendly, PDF & Email