Acate. Lista Civica Insieme Per Acate: “Lasciando il 2017 diamo il benvenuto al 2018”. Riceviamo e pubblichiamo.

Redazione Due, Acate (Rg), 3 gennaio 2018.- Ci eravamo promessi di non fare nessun tipo di polemica durante le feste natalizie, ma l’ultimo comunicato stampa del Sindaco Pinocchio ci impone di rompere il silenzio. Leggendo il bilancio delle attività amministrative svolte in questi ultimi anni si evince, da quanto fa capire Ciccio Raffo, che Acate sia diventato grazie a questi malcapitati governatori il paese dei balocchi dove tutto funziona senza alcun tipo di problema.

Ebbene, anche noi del gruppo civico INSIEME/Acate vogliamo fare un breve e conciso bilancio di questi ultimi anni di Amministrazione Raffo.

Cominciamo col dire che questa amministrazione resterà nella storia di Acate, purtroppo, solo per l’enorme danno che ha recato a tutta la comunità acatese:

1)      Doveva essere un amministrazione a costo zero e così non è stato, pertanto i cittadini acatesi devono conoscere la sua “Luna Nera”, il lato oscuro delle sue trame per intascarsi i soldini dell’indennità;  infatti,  fino a quando è stato Dirigente scolastico e cioè fin quando la sua indennità era ridotta della metà, così come prevede la legge, ha preferito non percepirla in quanto avrebbe intascato solo poche centinaia di euro tra tassazione irpef e indennità ridotta. Invece, appena si pensionò  e quindi capì che  avrebbe percepito l’indennità per intero, si è dimenticato delle promesse elettorali e  del  bilancio del comune… e non solo si è presa l’indennità per intero ma si è perfino aumentato l’indennità al massimo previsto dalla legge.

2)      Ha ridotto Acate peggio di “Beirut Bombardata”,in questi anni non si è visto altro che assistere allo smantellamento di tutti gli uffici comunali,cambi continui di dirigenti,nomine fatte a scienziati forestieri ben retribuiti con i nostri soldi. Ciccio Raffo è riuscito come solo Lui sa fare a portare il comune in dissesto,paghiamo le tasse più alte di tutta l’Italia. Abbiamo assistito in questi anni anche a cambi di ditte sia per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti e sia per quanto riguarda la gestione del depuratore comunale,il tutto senza ottenere nessun vantaggio anzi si sono triplicati i costi.

3)      Agricoltura: da appassionato Forcone e da lavoratore della terra ci saremmo aspettati un azione più energica, ma anche in questo caso nessuna azione reale è stata posta in essere da questa amministrazione per alleviare la grave crisi del comparto. Anche poco sarebbe bastato per dare un segnale, anche la creazione di fondi da mettere a disposizione per  prestiti fiduciari, ma non si è visto nulla…. Neppure atti di orientamento politico, e quindi a costo zero, per quanto riguarda il mercato ortofrutticolo oppure la regione o la comunità europea.

4)      Verde pubblico e parco urbano: la cura del verde ad Acate ha subito uno stop, quel poco verde che si era riuscito a creare all’interno della villa comunale è stato distrutto dall’incuria di questa amministrazione,non esiste più una palma. Anche qui abbiamo dovuto assistere alla rottamazione di una ditta acatese che salvaguardava il verde pubblico con poche migliaia di euro.

5)      Ultimo punto lo abbiamo voluto lasciare nella trattazione  per Marina di Acate, punta di diamante della campagna elettorale del nostro Sindaco che con l’infradito ai piedi prometteva la piccola Rimini del sud…. Miraggi di piena estate o colpi di calore?

I ladri continuano a rubare i briganti continuano nelle loro faccende poco pulite, per non parlare dei vigili urbani … mai visti.

Il caso del convento delle Suore, che non faceva neanche parte del programma elettorale, lo abbiamo sentito urlare nei comizi,lo abbiamo letto in quasi tutti i documenti di stampa scritti da Ciccio Raffo. Forse è stato questo che ha portato avanti il disastro acatese? Forse sono stati quei 10 consiglieri comunali che non hanno approvato l’accensione del mutuo per l’acquisto a causare il dissesto finanziario? Ebbene qui ci sarebbe da scrivere un libro,per il momento diciamo solo che quei 10 consiglieri comunali hanno evitato il ripetersi di una vecchia storia come quella della strada che doveva collegare Acate con Niscemi,il vecchio macello e tanto altro ancora.

Nemmeno “ATTILA” sarebbe stato capace di portare così tanta rovina, mai tante bugie erano state dette in una campagna elettorale sfornata ad arte dal Sindaco, ormai conosciuto da tutti come “Pinocchio”, alias il “Tassatore”, alias “Sindaco se se”, mai un Sindaco aveva inanellato tanti nomignoli quanto il Sindaco Ciccio Raffo!!!

Questo è il frutto di una incompetente ed inetta gestione della cosa pubblica,non è più possibile lasciare Acate e gli acatesi in questo stato,il nostro auspicio è quello che nelle prossime elezioni che si terranno in primavera Acate possa veramente cambiare rotta e finalmente rinascere.

Pertanto cogliamo l’occasione per porgere a tutti i cittadini acatesi gli auguri per un 2018 che sia pieno di felicità,prosperità e soprattutto serenità ma nello stesso tempo che possa schiacciare definitivamente i fantasmi che ci hanno rincorso negli anni passati.

Buon 2018 Acate

Il Coordinamento Cittadino

Insieme/Acate

Print Friendly, PDF & Email