Acate, M5S: “Questa amministrazione, un vero incubo per dipendenti e cittadini”

La deputata Ferreri annuncia un nuovo atto ispettivo: “La Regione adotti provvedimenti nei loro confronti”

Acate, 28 aprile 2016 – “Mai ad Acate si era registrata una frattura così netta tra dipendenti e amministrazione comunale. La cosa che mi lascia del tutto sconcertata è l’assoluta indifferenza del sindaco Raffo, che ieri non si è degnato neanche di incontrare i dipendenti che protestavano per rivendicare i propri diritti”. E’ durissimo il giudizio della deputata di Acate del M5S all’ARS Vanessa Ferreri nei confronti dell’attuale amministrazione comunale di Acate.

“Da quando si è insediata questa amministrazione, i dipendenti stanno vivendo un incubo. Tra modifiche di piante organiche dalla dubbia legittimità, proroghe di incarichi ancor più dubbie, licenziamenti e riassunzioni, ai quali si aggiunge adesso l’assoluta irregolarità nel pagamento degli stipendi, la situazione è ormai insostenibile. E il Sindaco cosa fa? Invece di dare adeguate motivazioni e di rassicurare i propri dipendenti, gira loro le spalle e li ignora. Acate in questo momento mi ricorda tanto il celebre verso di Dante Alighieri “nave senza nocchiere in gran tempesta, non donna di province, ma bordello!”, continua Vanessa Ferreri.

In passato Vanessa Ferreri presentò un’interrogazione all’assessore per le Autonomie locali e la funzione pubblica sulle anomalie dell’amministrazione Raffo nella gestione dei dipendenti comunali. “Ne presenterò un’altra, – afferma – chiedendo che intervenga con fermezza il Servizio 3 Vigilanza e controllo degli Enti locali, Ufficio ispettivo del dipartimento regionale delle Autonomie locali, affinché si adottino i dovuti provvedimenti nei confronti di questa amministrazione”.

“Che il Sindaco – conclude Vanessa Ferreri – abbia il coraggio di dire alle decine di famiglie dei dipendenti comunali che vivono in queste ore una terribile situazione di incertezza, come stanno realmente le cose. Ma ne dubito. Che Raffo abbia dimostrato in questi due anni e mezzo di avere tutto, tranne che un “cuor da leone”, è cosa nota”.

Print Friendly, PDF & Email