Acate. Movimento 5 Stelle: “Che fine farà il campetto d’atletica?”. Riceviamo e pubblichiamo.

Redazione Due, Acate (Rg), 18 marzo 2016.- Con la delibera di giunta n. 21 del 14/03/16 il Comune ha autorizzato l’associazione “P.A. Pro Civis Acate” a utilizzare, a titolo di comodato gratuito, i locali del campetto d’atletica. Siamo d’accordo con il sindaco, quando dice che l’impianto sportivo versa in condizioni di abbandono ed è in balia di vandali e ladri. Siamo d’accordo sull’utilità di un’associazione di volontariato che si occupi anche di protezione civile. Siamo d’accordo sull’idea di concedere gratuitamente i locali comunali per tali finalità. Però vogliamo ricordare che quell’impianto, insieme al campetto di tennis, è uno dei pochissimi (se non l’unico) dove è possibile praticare attività sportiva. Che senso ha, allora, utilizzarlo come magazzino sottraendolo così all’uso di tutti gli acatesi? Tra l’altro, in data 11/04/14 in consiglio comunale avevamo approvato il regolamento per la gestione e l’utilizzo degli impianti sportivi. Ci chiediamo, pertanto, se questa concessione sia rispettosa o meno del regolamento consiliare. A noi non sembra proprio, visto che la “P.A. Pro Civis Acate” si impegna a custodire l’opera, ma non a consentirne l’uso ai cittadini. Il campetto d’atletica, intitolato alla memoria di Pietro Bellomo, dovrebbe essere curato e reso agibile a tutti i cittadini, non soltanto a beneficio di un’associazione privata. Giusto in chiusura, ci chiediamo come sia possibile che ogni volta che un’associazione privata collabori con il comune di Acate, ci siano sempre stretti collegamenti personali con gli amministratori. Notiamo infatti che della “P.A. Pro Civis Acate”, il cui presidente è Giacomo Gallo, fa parte anche Rosita Campagnolo, che dovrebbe essere la figlia dell’assessore Carmelo Ettore Campagnolo. E indovinate a cosa è assessore Carmelo Ettore Campagnolo? Inizia con “Protezione” e finisce con “Civile”.

 

Print Friendly, PDF & Email