Acate. Nota di replica ad Orizzonti Chiari del consigliere comunale, Giovanni Occhipinti. Riceviamo e pubblichiamo.

Redazione Due, Acate (Rg) 28 aprile 2017.- “La vicenda è nota ai più, ma per chi non fosse stato ancora raggiunto dall’incontenibile eccitamento di Di Natale, spiego subito i fatti. Un vecchio residuato politico acatese, al secolo Giuseppe Di Natale, mi sfida a singolar tenzone quasi fosse un bulletto andato a male, per far chiarezza sui fatti, sulle responsabilità e sulle conseguenze della mancata approvazione del bilancio di previsione 2012. Io accetto e resto in attesa di conoscere data e luogo del duello. Come risposta, l’esponente (e praticamente unico componente) di Orizzonti Chiari, pseudo associazione buona solo a sommergere l’etere di comunicati stampa, mi manda privatamente il suo numero di cellulare, forse scambiando la faccenda per un corteggiamento amoroso. Ieri, dopo una decina di giorni dalla sfida, leggo un comunicato in cui vengo deriso e offeso per non avere accettato il confronto. Ed ecco che emerge con evidenza il vero, duplice, intento della sfida: da un lato, avere un pretesto per attaccare me e il Movimento 5 Stelle, rei di averlo esiliato, si spera a vita, dallo scenario politico acatese; dall’altro, strumentalizzare il confronto per lucrare cinque minuti divisibilità. Si capisce, allora, perché qualche altro rosicone, che da quattro anni passa ormai le notti a sognare i tempi in cui sedeva in consiglio comunale, non ha perso l’occasione per impugnare la clava dell’ottusità e unirsi alla caccia al grillino. Tuttavia, poiché il Consiglio Comunale è alle prese con la ritardata approvazione del bilancio riequilibrato e poiché tale circostanza potrebbe determinare gravi conseguenze, come lo scioglimento della Giunta ed elezioni anticipate, onestamente ho avuto altre cose un tantino più urgenti da approfondire piuttosto che assecondare le polluzioni elettorali del redivivo. In ogni caso, vista la totale incapacità persino a organizzare un pubblico confronto, stamane mi sono premurato io stesso di contattare la redazione di E20 Sicilia che ha confermato la disponibilità ad ospitarci per l’occasione. Pertanto, poiché la prima settimana di maggio sarò all’estero per motivi familiari, invito fin da ora Giuseppe Di Natale a presentarsi presso gli studi della predetta emittente televisiva così da sfamare la sua ingorda arroganza”.

 

Print Friendly, PDF & Email