Acate. Orizzonti Chiari: “Il delirio di Raffo”. Riceviamo e pubblichiamo.

Redazione Due, Acate (Rg), 15 febbraio 2016.- Franco Raffo, probabilmente, ha perso lucidità. Certamente, invece, ha perso la memoria. In piena crisi personale e politica, scaricato da esperti e dirigenti, è alla ricerca del capro espiatorio di tutti i suoi innumerevoli peccati. Sappiamo che è anche alla ricerca spasmodica di un nuovo responsabile degli affari finanziari e che trascorre le sue giornate inchiodato a telefono, implorando i sindaci dei comuni di mezza Sicilia di mandare un dirigente a scavalco per l’ufficio ragioneria. Tuttavia, nessuno vuole avere a che fare con lui. Chissà perché??? Ebbene, il grande esperto di conti pubblici (lo ha dimostrato, non riuscendo ancora oggi – 15 febbraio 2016 – ad approvare il bilancio di previsione 2015, nonostante le “migliorate condizioni economiche dell’ente”, che hanno giustificato le indennità di carica più alte della storia) ha trovato il colpevole nel consiglio comunale in carica nel quinquennio 2008-2013. Delle accuse che lo stesso lancia, totalmente infondate e tecnicamente prive di ogni pregio, nemmeno intendiamo discutere: non sa nemmeno di cosa sta parlando. Quello che ci preme sottolineare, tuttavia, è il delirio raffiano. Nel 2012 il consiglio comunale approva le aliquote delle tasse (quelle che Raffo, un anno dopo, ha aumentato a dismisura, entrando nella storia come il sindaco “tassatore”). Ebbene Raffo accusa la maggioranza consiliare ed il presidente del consiglio del tempo, di avere compiuto un atto scellerato. Ma sapete la maggioranza consiliare del 2012 di quale gruppo faceva parte? Rinascimento Acatese. Sapete il presidente del consiglio comunale del tempo di quale gruppo faceva parte? Rinascimento Acatese. Sapete chi ha condotto la battaglia per l’abbassamento delle tasse? Rinascimento Acatese. Sapete chi era il leader indiscusso di Rinascimento Acatese, primo artefice e compartecipe di tutte le scelte politiche ed amministrative,compreso l’abbassamento delle aliquote? Franco Raffo. Qualsiasi scelta consiliare, Francù caro, è stata da te partorita e con te condivisa. Sappiamo che sei solito scaricare la responsabilità di tutto sugli altri. Accusare altri soggetti di qualcosa che Tu hai creato è veramente poco dignitoso, ma da una persona con un bagaglio umano come il tuo ci aspettiamo questo ed altro. Ma tieni bene a mente una cosa: qualsiasi accusa ci muoverai sarai puntualmente smentito dai fatti e tutta la cittadinanza sarà sempre messa al corrente della Verità, parola il cui significato è a te totalmente sconosciuto.

Il Presidente

Ing. Giuseppe Di Natale

 

Il Segretario

Gianpippo Busacca

Print Friendly, PDF & Email