Acate. Orizzonti Chiari: “Il negazionismo di Raffo”. Riceviamo e pubblichiamo.

Redazione Due, Acate (Rg), 2 marzo 2016.- Di recente il Raffo ha affermato che non sapeva che nella passata legislatura ho assunto il ruolo di Presidente del Consiglio. Abbiamo aspettato, prima di dare una risposta, per capire a che punto arrivava il suo atteggiamento, poi si è misurato nell’affermare che la causa dell’impossibilità di chiudere il Bilancio preventivo 2015 è dipeso da decisioni prese dal passato Consiglio nel 2012. E andiamo per ordine, il Raffo tenta di accreditare la tesi che proprio non mi conosceva, cercando in tutti i modi di nascondere la verità, che è quella di essere stato tra gli artefici del ruolo che ho assunto, questo che viene indicato comunemente come negazionismo, altro non attesta come sia un elemento dissociato. Per il secondo punto ci preme ricordare che il Consiglio passato fece emergere la circostanza che gli impianti fotovoltaici, presenti numerosissimi nel nostro territorio, non pagavano quasi un Euro di IMU, mentre il complessivo se correttamente calcolato si aggirava per euro 470.000,00. Il Consiglio di allora impose agli Uffici Finanziari il recupero delle somme non percepite e di addebitare ogni anno la cifra anzidetta. La sopravvenienza attiva derivante da questa entrata ha indotto il Consiglio Comunale a portare le aliquote IMU per la prima casa, la seconda casa, i terreni agricoli e per le attività professionali e industriali al minimo tabellare previsto dalla legge. Il motivo reale per cui il Raffo si trova in difficoltà economiche è primo perché la Giunta costa Euro 110.000,00 , oltre le spese per avvocati, consulenti e così via. Raffo vergognati!!!

 Il Presidente

Ing. Giuseppe Di Natale

 Il Segretario

Gianpippo Busacca

 

Print Friendly, PDF & Email