Acate. Orizzonti Chiari: “Lo show dei record: commissariato il comune per il bilancio”. Riceviamo e pubblichiamo.

Redazione Due, Acate (Rg), 5 dicembre 2015.- “Dopo aver sforato il patto di stabilità (unico comune in tutta la Sicilia a non aver ancora restituito l’importo dovuto), la scure dell’incapacità amministrativa di Raffo si abbatte nuovamente sugli incolpevoli cittadini acatesi: il Comune di Acate non ha ancora presentato il bilancio preventivo 2015, ed è stato commissariato. Siamo al 4 di dicembre del 2015, l’anno è finito ed ancora non è stato approvato il bilancio di previsione. Una vergogna senza confini. A nulla sono bastati i sacrifici dei cittadini acatesi, costretti sotto la morsa del “sindaco tassatore” a versare le imposte più alte della storia. Mentre continua a concedere incarichi professionali a professionisti e ad eccellenze rigorosamente non acatesi (ultimi i recentissimi incarichi agli avvocati Cariola di Catania e Barone di Modica, il primo perché deve mandare a casa il consiglio comunale e il secondo per il Patto di Stabilità), che guadagneranno fior di quattrini grazie alle nostre tasse…Mentre il Sindaco e la sua Giunta percepiscono una indennità quasi triplicata rispetto a tutte le precedenti amministrazioni, Sindaco  € 2.700,00, Vice Sindaco  € 1.500,00, Assessori  € 1.300,00, dopo averci propinato la favoletta del costo zero…Mentre Acate affonda…il bilancio preventivo 2015 non è stato approvato, con buona pace di una città allo stremo”.

Il Presidente

Ing. Giuseppe Di Natale

 

Il Segretario

Gianpippo Busacca

 

 

Print Friendly, PDF & Email