Acate. Orizzonti Chiari: “Senza vergogna”. Riceviamo e pubblichiamo.

Redazione Due, Acate (Rg), 19 giugno 2016.- “Raffo non conosce più limiti. Certificato il proprio fallimento politico/amministrativo, il “tassatore-bugiardo cronico”non ha ancora terminato le cartucce con le quali ha decretato la morte di Acate. Imperterrito, il Sindaco continua lo stillicidio di incarichi a professionisti non acatesi. Con determine sindacali n. 26/2016 e n. 27/2016, difatti, sono stati incaricati di difendere in giudizio il Comune di Acate due avvocati rispettivamente di Vittoria e di Ragusa. Ma l’apice della premialità alle eccellenze acatesi, Raffo lo raggiunge con la nomina del suo assessore: il Dott. Tomasello di Catania. Mai, prima d’ora, nella storia di acate si era avuto un assessore non acatese. Avete capito bene: il Sindaco, ormai alla frutta ed abbandonato da tutti, ha nominato un assessore di Catania!!! Nel contempo la situazione dei conti comunali continua ad essere drammatica. E’ già trascorso più di metà del 2016, e il Sindaco non è stato ancora in grado di approvare il bilancio preventivo 2015!!! I dipendenti comunali non ricevono gli stipendi da tre mesi, Macconi è distrutta (e siamo già in piena stagione estiva) ed il paese ha toccato vette di degrado mai raggiunte. Urge pertanto costituire un fronte comune che abbia a cuore le sorti del paese, per liberarci definitivamente da  un uomo che in tre anni è riuscito letteralmente a demolire una ridente cittadina, che non meritava di fare questa fine. Acate non può più attendere…è l’ora di rialzarsi!!!”

Il Presidente

Ing. Giuseppe Di Natale

Il Segretario

Gianpippo Busacca

 

Print Friendly, PDF & Email