Acate. Uno strano “giallo estivo acatese”.

Salvatore Cultraro, Acate (Rg), 6 agosto 2019.- Ogni estate che si rispetti è sempre caratterizzata da un classico “giallo”. Anche Acate non è voluta essere di meno a questa tradizione anche se, per fortuna, a tingersi di giallo non è un irrisoluto ed inspiegabile “omicidio”, bensì delle dichiarazioni “politico amministrative”. Da qualche giorno è scoppiata, infatti, una improvvisa guerra tra la maggioranza che fa capo al sindaco Giovanni Di Natale e l’opposizione rappresentata dal Movimento 5 Stelle. Una guerra che ha un po sorpreso moltissimi cittadini considerata la, “pax” che da mesi regnava tra le due componenti. Pomo della discordia alcune dichiarazioni sulla discarica comprensoriale per i rifiuti solidi urbani e sull’ordine pubblico nella frazione balneare di Marina di Acate, ultimamente teatro di episodi incresciosi. Ma il giallo vero e proprio starebbe in una frase, a detta degli esperti, “incomprensibile” riportata in uno dei documenti pubblicati da una Associazione, “Acate Futura”, che ufficialmente si  occupa di turismo e cultura, almeno come da loro stessi dichiarato. Un passo che ha fatto andare su tutte le furie i pentastellati i quali, in un documento, hanno sottolineato quanto segue:  “Abbiamo appena letto un comunicato diffuso tramite la pagina dell’associazione Acate Futura, che fa riferimento a questa Amministrazione. In esso si legge la seguente frase: “qualcuno, compreso chi intende suonare il trillo della sveglia al sindaco, è rimasto profondamente deluso di aver visto sfumare i loschi affari proposti con quella faccia d’angelo”. E’ una frase vergognosa e diffamatoria. Dal momento che l’intero comunicato è indirizzato contro di noi, si lascia intendere che siamo noi ad aver proposto cose immorali o illegittime. Sarebbe inutile specificarlo ma lo facciamo ugualmente: nessuno di noi ha mai proposto affari, tantomeno loschi, al sindaco o a qualsiasi esponente di questa amministrazione. Tra l’altro quell’accozzaglia di stupidaggini non è nemmeno firmata, a testimonianza della serietà dell’autore. Chi scrive simile porcherie abbia il coraggio di metterci la faccia e fare nomi e cognomi, denunciando ogni illegalità alla magistratura. In caso contrario, saremo noi a portare dinanzi a un giudice questi miserabili”. Queste le reazioni dell’opposizione. Ma allo stesso modo non la pensa il professore Gaetano Masaracchio, già in passato sindaco di Acate. L’illustre politico, infatti, in alcune sue considerazioni sulla frase “sospetta”,  pubblicate sul suo profilo facebook,  avanza delle perplessità sui destinatari della famosa frase che a suo dire, non sarebbe rivolta al Movimento 5 Stelle. “È tutta da chiarire- scrive il professore Masaracchio- la parte finale del Comunicato stampa dell’amministrazione. Infatti è grave dove dice testualmente : ” Qualcuno, compreso chi intende suonare il trillo della sveglia al Sindaco, è rimasto profondamente deluso di avere visto sfumare i loschi affari proposti con quella faccia d’angelo…” e ancora :” Questa Amministrazione cammina a testa alta e non si abbasserà mai a ricatti e scambi di favorì…”. Fine del documento. Ora mi chiedo e chiedo ci rendiamo conto della gravità di queste affermazioni? Quindi Sindaco e Giunta sono sotto ricatti! E da chi ? E per che cosa? Non credo che l’avvertimento sia stato lanciato contro i Consiglieri del M5S , né contro comuni cittadini che lamentano lo stallo di questa Amministrazione, debbo pensare che Sindaco e Amministrazione si siano rivolti a oscuri o forse chiari personaggi della sua maggioranza, se è vero un prossimo rimpasto in Giunta. Fantasie ? E se sono fantasie le mie, perché il Sindaco non dice chiaro e tondo tutto. Non può limitarsi a dire che il Comune sta provvedendo a redarre un nuovo piano spiaggia per Marina di Acate. Deve comunicare maggiori informazioni soprattutto ai cittadini. Si vuole sapere se è vero che con la chiusura di due lidi, la Capitaneria di Porto ha segnalato la possibilità d’includere nel nuovo piano 4 posti, per nuove strutture da spiaggia da nuove concessioni d’assegnare con bando. Il Comune dovrà predisporre il nuovo bando di concorso. Pertanto, come e quando sarà deliberato? E i Consiglieri Comunali sono a conoscenza? Fantasia ? quali sono i motivi del ricatto? e da chi ? Non vorrei che tra i personaggi aspiranti ci sia quel qualcuno che intende suonare il trillo della sveglia….che certamente fa pensare che faccia parte o abbia fatto parte “dei campioni del mondo” !!!….(la squadra consiliare che fa capo al sindaco, n.d.a.) . Mi perdoneranno gli amici di questa amministrazione, ma la conclusione del documento si presta a considerazioni che debbono essere chiarite. Un siffatto documento non va bene, non può fare di tutto la solita minestra per i gonzi… perché nessuno è fesso”. Queste le interessanti considerazioni del professore Masaracchio che rendono ancora più fitto il “giallo” estivo. Speriamo, pertanto, che questa estate, ormai quasi agli sgoccioli, possa chiarire ai cittadini questi, “improvvisi” dubbi eliminando radicalmente ogni falsa insinuazione.

Print Friendly, PDF & Email