Agricoltura, pignoramenti e aste nel ragusano, M5S: “Solo proclami, nessun intervento concreto dal governo”

“Solo proclami e passerelle mentre gli atti concreti restano lettera morta a scapito di lavoratori e cittadini”: Le deputate Marialucia Lorefice e Vanessa Ferreri insieme ai consiglieri del M5S di Vittoria continuano a restare al fianco degli agricoltori e dei cittadini che in questi anni sono stati vittime di aste e sfratti.
“Crisi economica e agricoltura al collasso -sottolineano la Lorefice e la Ferreri, e i consiglieri del M5S Vittoria- hanno messo in ginocchio la nostra ex provincia, così come pignoramenti e aste giudiziarie. In questi anni abbiamo portato le difficoltà del territorio dentro le istituzioni, l’abbiamo fatto con atti concreti con i quali cercavamo risposte e proponevamo soluzioni. In cambio abbiamo ricevuto solo silenzio, e un immobilismo che non ha giovato alla drammatica situazione che vive il comparto agricolo. Le aste giudiziarie sono sempre più all’ordine del giorno. Agricoltura e sfratti sembrano essere divenute drammaticamente l’una lo specchio dell’altro.
Vittoria in primis ma anche tutte le altre città dell’ex provincia di Ragusa, che hanno sempre vissuto di agricoltura, sono in ginocchio. Tra pignoramenti, aste, calamità naturali, virosi e caporalato, il comparto non trova modo per risollevarsi. Eppure abbiamo sempre agito tempestivamente a livello istituzionale chiedendo lumi e soluzioni alle virosi, lo stato di calamità naturale, leggi che potessero salvaguardare gli agricoltori. Ma niente.
Ciò, nonostante avessimo visto una speranza nella legge approvata all’assemblea regionale siciliana sull’impignorabilità della prima casa, a prima firma Vanessa Ferreri, che però giace dal 2015 nel fondo di un cassetto al Senato. Una legge che se approvata in Parlamento sarebbe una importantissima boccata d’ossigeno per migliaia di famiglie. Ma le priorità in questi anni sono state altre a quanto pare.
Stessa sorte per interrogazioni, mozioni, interpellanze sulle agromafie, sulle virosi, sulla crisi del settore agricolo e vitinilico, sulla richiesta dello stato di calamità in seguito alle gelate invernali. Non una risposta”.
“A dar ulteriore forza al nostro impegno –concludono le parlamentari Lorefice e Ferreri-, un ennesimo atto al quale stiamo lavorando in queste settimane in collaborazione con i consiglieri comunali del M5S di Vittoria, molto sensibili al tema. Una proposta che verte sulla modifica dell’art 164 bis del codice di procedura civile sulla infruttuosità della procedura esecutiva. Con questa modifica noi vogliamo tutelare sia i creditori che i debitori evitando però eccessivi ribassi che portano solo alla svendita a prezzi irrisori di in bene primario quale è la prima casa. Stiamo facendo la nostra parte per tutelare i cittadini con i mezzi che abbiamo a disposizione, vogliamo sapere quali sono invece le intenzioni dei Governi nazionale e regionale nel concreto e non a sole parole. Le parole non cambiano lo stato delle cose. Serve agire, adesso. Lo dobbiamo alla signora Rosetta e a tutti coloro che stanno giustamente manifestando e ai quali esprimiamo la nostra massima solidarietà e vicinanza”.

Print Friendly, PDF & Email