Aiello del “Tavolo Verde Sicilia” replica a Mauro

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA FRANCESCO AIELLO, ESPONENTE DEL “TAVOLO VERDE SICILIA”

Vittoria.10/06/2017Quanta gente nuova, mai vista prima, che ha sproloquiato banalità e improperi vari. Vecchi e giovani che non hanno mai mosso un dito né per l’agricoltura né per la citta’ di Vittoria; anzi, hanno sempre fatto di tutto per farla apparire con le sembianze di una città che “accoglie” gente che non merita nulla.
Ma stavolta, tutti rigorosamente attenti, allineati e coperti, pur di apparire compatti rispetto alle centrali della “doppia attività” e serventi fino alla nausea. Non poteva mancare, e hanno consentito e tollerato, l’attacco diretto contro di me, puntualmente sferrato da un tale on. Giovanni Mauro, che nessuno a Vittoria ha mai visto da anni, ma che tutti conosciamo. Ha detto e ribadito che c’è un politico ( ovviamente alludendo a me ) che a Roma attacca Vittoria.
Premesso che detta da un politico simile, la cosa non mi fa né caldo né freddo, tanto è vero che forse fu lui il primo a dare, per istinto innato, la notizia ai suoi amici camerati vittoriesi dell’intervento fatto in Parlamento, sulla situazione del mercato, dal senatore Francesco Campanella, che riferì, in gran parte, le stesse cose dichiarate dal Procuratore Antimafia  di Catania sul mercato. Gli stessi suoi amicozzi che oggi hanno messo in scena a Piazza Gramsci la misera gazzarra, quei suoi stessi amici che invece di spronarlo a dire quello che questo tizio ha o non ha fatto in decenni di attività politica per la citta’ di Vittoria e per il mondo agricolo, lo hanno invitato ora a venire a riferire in Consiglio comunale per dare le sue risposte sulla crisi dei prezzi. E invece che fa? Se la prende con chi, a suo dire, avrebbe attaccato a Roma la citta’ di Vittoria, e lo scroscio degli gli applausi della cumpariata strategica, del blocco speculativo che tiene in pugno l’economia vittoriese, si sentiva da Piazza Senia. Mi chiedo: il Procuratore Antimafia Zuccaro,   attacca anche lui la città o la vuole difendere dal predominio delle mafie ?

Si dovrebbero vergognare coloro che gli hanno consentito di dire queste cose che danno l’esatta misura di ciò che sono: ma del resto hanno vinto col voto e i mezzi della “doppia attività” e del blocco parassitario che  sta divorando la città, e ora non possono che obbedire al richiamo della foresta.

Caro deputato eletto in Campania, Giovanni Mauro, io attacco, ed è evidente, sotto gli occhi di tutti, persino in campagna elettorale, là dove avrei potuto fare le famose quattro facce del caciocavallo che tu conosci bene, ma non mi nascondo, e grido ai quattro venti che la “doppia attività” è quella che sconvolge le regole della legalità e del mercato. La stessa che tu invece difendi, da par tuo.  Ma c’è di più: io attacco non solo la “doppia attività” e il sistema della doppia fatturazione ( multipla aggravata ), ma attacco soprattutto  il sistema di degenerazione mafiosa che condiziona la vita intera ormai di questa nostra terra. Cosa che tu non fai.

Queste cose io faccio per difendere Vittoria, città che purtroppo non è stata mai né considerata né difesa da politici come te. Mai! Ma questo era tutto previsto, abbiamo  subito l’ennesima farsa indegna che disonora il suolo e il valore di questa città.

Francesco Aiello-  Esponente del Tavolo Verde Sicilia

Vittoria 10 giugno 2017

Print Friendly, PDF & Email