Ambiente degradato in via Jesolo a Marina di Ragusa

rino durante

Marina di Ragusa, 22 novembre 2014 – “Il nuovo assessore all’Ecologia, Antonio Zanotto, sembra essere sordo. Nonostante da qualche tempo, in aula, più volte io stesso abbia segnalato la necessità di intervenire con una certa celerità in via Jesolo a Marina di Ragusa, dove da due mesi insiste un accumulo abusivo di rifiuti davvero preoccupante, nulla è ancora accaduto. Cosa devo fare? Mi devo incatenare a palazzo dell’Aquila perché l’assessore prenda in considerazione le legittime istanze dei cittadini e di chi, come il sottoscritto, se ne fa portavoce?”.Parole dell consigliere comunale Angelo Laporta dopo avere preso atto della gravità della situazione ambientale a Marina di Ragusa. “Ho pure documentato, con una serie di foto, l’indecenza del caso all’assessore Zanotto – continua Laporta – per dargli modo di comprendere nella maniera più efficace, visto che lui non è di queste parti, quale la zona in cui occorre intervenire. Evidentemente, però, l’assessore all’Ecologia ha altro a cui pensare piuttosto che risolvere le gravi situazioni ambientali con cui i cittadini, numerosi lo ripeto quelli che hanno segnalato il problema, si trovano costretti a fare i conti. Siamo d’accordo sul fatto che si tratta di un disagio diffuso a chiazza di leopardo e che l’inciviltà di alcuni cittadini, non tutti, determina questo quadro desolante. Una circostanza che finisce con il danneggiare tutti perché alla fine la Tari la paghiamo noi residenti sul territorio comunale di Ragusa. Ma qualcosa, però, il Comune la deve pur fare. Non può rimanere a guardare come se nulla fosse”.

 

Print Friendly, PDF & Email