Anche l’associazione Pericentro ha partecipato alla marcia di solidarietà in via Roma ieri pomeriggio a Ragusa

ANCHE PERICENTRO ALLA MARCIA DI SOLIDARIETA’ IN VIA ROMA IERI POMERIGGIO A RAGUSA, CAVALIERI: “ANSIA, PAURA E TENSIONE. E’ QUESTO LO STATO D’ANIMO CHE ALBERGA TRA GLI OPERATORI DELLA ZONA. LA RISPOSTA PIU’ EFFICACE DA DARE E’ TORNARE A GARANTIRE LA SERENITA’”

RAGUSA (RG) – “Abbiamo partecipato, come associazione Pericentro, ma soprattutto come ragusani, alla marcia di ieri pomeriggio in via Roma. E tutto ciò per riaffermare la volontà di riappropriarci del centro storico”. E’ quanto afferma, in proposito, Giuseppe Cavalieri, presidente dell’associazione. “Via Roma e il quadrilatero di strade attorno alla Cattedrale – spiega Cavalieri – sono passate in pochi anni dall’essere il salotto buono della città a un’area in cui versa un estremo degrado. Ma al di là della solidarietà sacrosanta, della analisi delle cause e delle soluzioni a breve medio o lungo termine, ci hanno colpito le parole della giovane imprenditrice Irene Di Raimondo, vittima dell’episodio delinquenziale (furto con incendio) nella propria agenzia viaggi. Ha parlato di uno stato d’animo quotidiano – suo e degli altri operatori del centro storico – di ansia, paura e tensione nello svolgere la propria attività.  Non è pensabile che in una società civile chi lavora e opera debba farlo con ansia e paura; non è pensabile che chi semplicemente gestisce una attività in via Roma sia considerato un eroe per il solo fatto di alzare la saracinesca la mattina. La prima risposta che bisogna dare a Irene e agli altri commercianti come lei è la serenità. Pericentro si adopererà perchè chi è demandato ad assicurare tranquillità e serenità ai cittadini ascolti queste voci e dia risposte concrete a partire da subito”.

Print Friendly, PDF & Email