Approvato schema di massima del PRG, la maggioranza al consiglio comunale di Vittoria: “Risultato storico”

IL CONSIGLIO COMUNALE DI VITTORIA APPROVA LO SCHEMA DI MASSIMA DEL PIANO REGOLATORE GENERALE, LA MAGGIORANZA: “UN RISULTATO STORICO PER LA NOSTRA CITTA’”

VITTORIA – “Un risultato storico è stato raggiunto ieri sera in Consiglio comunale con l’approvazione dello schema di massima del Piano regolatore generale. Finalmente, dopo un’attesa durata anni, siamo riusciti a dotare la città di uno strumento particolarmente atteso”. Lo dicono i componenti dei gruppi di maggioranza al Consiglio comunale di Vittoria. SeLaAmiLaCambi, Riavvia Vittoria e Sviluppo Ibleo puntano l’accento sull’esito positivo della votazione per la definizione di una seconda fondamentale tappa che è destinata a condurre il civico consesso verso l’approvazione definitiva del Prg vero e proprio. “Dopo anni di immobilismo, di polemiche strumentali, di accuse reciproche – aggiungono i tre gruppi consiliari di maggioranza – la Giunta Moscato e il Consiglio comunale arrivano, in appena dodici mesi, all’approvazione di una importante idea di sviluppo per la città. Anche perché approvare un piano non significa soltanto pensare all’assetto urbanistica della stessa ma anche e soprattutto fornire un’idea di sviluppo della città, verso quali direttrici potrà crescere e quali i punti di forza su cui poter puntare per rilanciare il tessuto urbano”. SeLaAmiLaCambi, Riavvia Vittoria e Sviluppo Ibleo mettono in luce la novità riguardante l’abbandono totale del regime vincolistico non più sostenibile per le amministrazioni locali, l’eliminazione delle cosiddette macchie di leopardo e, di conseguenza, l’adozione della tecnica della perequazione per le zone di espansione. “Nonostante le critiche strumentali dell’opposizione – prosegue la maggioranza – riteniamo questa la migliore forma di governo del suolo che concede a tutti i proprietari di possedere tutti gli stessi diritti e oneri all’interno del comparto edificatorio. Significa che tutti i proprietari partecipano in egual misura alla trasformazione del comparto stesso. E, allo stesso tempo, migliora la parte pubblica in termini di servizi con aree attrezzate come i parcheggi a verde oppure con la creazione di scuole, strutture sanitarie e quant’altro è necessario per garantire la migliore vivibilità di ciascuna zona della città di Vittoria. La perequazione riuscirà, dunque, a soddisfare il deficit degli standard urbanistici previsti per legge e a concretizzare la crescita della componente cosiddetta pubblica della città”.

Print Friendly, PDF & Email