Associazione Politico-Culturale, Orizzonti Chiari: “Le mani sul territorio”. Riceviamo e pubblichiamo.

Acate, 11 marzo 2015.- “Continua a grandi passi il disegno devastante di accaparramento da parte di Raffo di tutti quelli che sono gli aspetti della vita di Acate. Il tassatore, nel processo di valorizzazione delle eccellenze locali, ha annullato completamente la presenza di professionisti acatesi ed ha disposto posizioni dirigenziali per soggetti di Comiso e di Vittoria e chi ne ha più ne metta. Adesso è arrivato il momento del Piano Regolatore, ed ha fatto passaggi molto semplici per avere le mani “libere” nell’agire e nell’operare secondo vecchi dettati. Il disegno comincia con l’assunzione del dirigente, con un “concorso” che ha del ridicolo: su 120 candidati sceglie un professionista di Comiso, il cui nome è stato abbondantemente anticipato mesi prima da Orizzonti Chiari nei propri documenti. Secondo passaggio: affida la dirigenza dell’Ufficio Tecnico al professionista vincitore del concorso.Terzo ed ultimo passaggio: revoca ed annulla l’incarico per la redazione del PRG ad un gruppo di professionisti, che aveva legittimamente vinto la gara indetta dalla passata amministrazione. Adesso l’Ufficio Tecnico, affidato al suo caro amico, è libero di redigere il Piano regolatore come e meglio crede. In buona sostanza ha scelto il professionista a cui fare dirigere l’Ufficio Tecnico e a questi ha attribuito il compito di redigere il PRG. E’ talmente semplice ed elementare questo passaggio, che ci si vergogna pure di sottolinearlo. Sia chiaro: gli occhi e le orecchie degli acatesi “per bene” sono apertissimi e non verrà consentito a nessuno di operare se non nel rispetto della legge. Lo tenga bene a mente, caro sindaco!”.

 

Print Friendly, PDF & Email