Caso Cuffaro: partiti condividono appello Prestigiacomo.Il Ministro Orlando si attiva. Interverrà Napolitano?

Caso Cuffaro. L’iniziativa di Stefania Prestigiacomo ex Ministra ed attuale parlamentare di Forza Italia ha avuto il giusto effetto. Il Ministro Andrea Orlando infatti ha disposto accertamenti.

Dopo la coraggiosa presa di posizione di una Donna Politica siciliana, esponenti di vari partiti Forza Italia, Nuovo Centro Democratico, UDC e Partito Democratico erano intervenuti per rilanciare il messaggio chiaro ed inequivocabile lanciato da Stefania Prestigiacomo.
Il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, è prontamente intervenuto disponendo accertamenti al riguardo.

Italpress nella nota di domenica sera aveva pubblicato le dichiarazioni rilasciate dalla Prestigiacomo alle Agenzie di stampa che ritrascriviamo:
“Lancio un appello al ministro della Giustizia, Andrea Orlando, affinché intervenga urgentemente sulla vicenda che vede coinvolto Totò Cuffaro, a cui è stata negata la possibilità di fare visita alla madre, sofferente perché colpita dal morbo di Alzheimer”
“Nella motivazione viene addotta l’incapacità della madre di riconoscere il figlio, proseguiva l’ex Ministra.
Non si può negare, concludeva la Prestigiacomo, questo diritto a Cuffaro che ha tenuto rispetto alla propria vicenda carceraria un profilo dignitoso e rispettoso delle regole e di tutti. Questa giustizia disumana e vendicativa disonora l’Italia. Il ministro Orlando di fronte a una situazione del genere non può fare orecchie da mercante. Invito tutti i colleghi a prescindere dallo schieramento politico a prendere posizione contro questa moderna forma di barbarie”.

Ed ora? Ci auguriamo che chi di dovere recepisca che è sacrosanto condannare e far pagare le giuste pene ma senza con ciò non tenere nella debita considerazione i principi umanitari vigenti nel nostro paese.

Un’ultima considerazione sul valore della “Mamma”. Tranne rare eccezioni esiste un forte attaccamento delle madri verso i figli e dei figli verso le madri. Al riguardo non conta l’età della madre o del figlio e ciò costituisce un sentimento comune.

Privare un figlio di incontrare la propria Madre anziana ed affetta da grave malattia e forse prossima alla dipartita non è certamente una bella cosa e nei fatti rappresenta certamente più di una forte condanna.

Grazie a Stefania Prestigiacomo e grazie alla sensibilità del Ministro Andrea Orlando la questione si riapre.

Ma noi ci chiediamo se del caso Totò Cuffaro cosa ne pensa il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano?

Carmelo Raffa

Print Friendly, PDF & Email