Catania. «L’Europa per i diritti delle persone con disabilità»: lunedì 22 un focus a cura di Michela Giuffrida

Catania, 19 dicembre 2014 – La qualità del welfare in Sicilia e le opportunità offerte dall’Unione europea per dare risposte concrete alla fascia di cittadini più svantaggiati, ma anche una vetrina per il «popolo della bontà» con i protagonisti dell’associazionismo, del non profit e del volontariato. Questi sono solo alcuni dei contenuti del focus sul tema «L’Europa per i diritti delle persone con disabilità», in programma lunedì 22 dicembre alle 16 allo Sheraton di Acicastello. Un evento curato da Michela Giuffrida, eurodeputato del Pd, con il patrocinio del gruppo S&D (Alleanza progressista dei Socialisti&Democratici) al Parlamento europeo. Un momento di confronto fra amministratori, esperti e rappresentanti delle realtà in prima linea nel terzo settore, un approfondimento su temi importanti (dalle imprese no profit sul territorio alla Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, dalla qualità della vita alle barriere architettoniche), ma soprattutto una piattaforma condivisa di proposte concrete
Dopo i saluti del sindaco di Catania Enzo Bianco e dell’assessore comunale al Welfare Angelo Villari, numerosi e qualificati gli interventi: Raffaele Ciccio (Assemblea italiana disabled people international) su «Quale autononomia “ci spetta”»; Giuseppe Di Natale (portavoce Forum terzo settore Sicilia) su «Il terzo settore e le imprese no profit nel territorio»; Giovanna Maria Gambino (Garante regionale della persona con disabilità) su «L’inclusione per essere protagonisti; Francesco Marcellino (consulente legale disabilità) su «Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità»); Santino Scirè (vicepresidente nazionale Acli) su «La qualità della vita dei cittadini con disabilità»; Salvo Sorbello (delegato nazionale Anci famiglia) su «I Piani per l’abbattimento delle barriere architettoniche»; Roberto Speziale (presidente nazionale Anfass) su «L’integrazione del riconoscimento e dalla garanzia dei disabili». Conclusioni affidate all’eurodeputato Michela Giuffrida, che illustrerà il contenuto di un’interrogazione appena presentata alla Commissione europea sul tema dei diritti dei disabili e sulle iniziative che le istituzioni comunitarie devono intraprendere per allineare gli standard dell’Italia e della Sicilia ai modelli più virtuosi ed efficaci in Europa.

Print Friendly, PDF & Email