Centro di riabilitazione al Busacca di Scicli, l’on. Orazio Ragusa sollecita l’assessore regionale alla Sanità

L’on. Orazio Ragusa sollecita l’assessore regionale alla Sanità: “Da quasi due mesi è arrivata la comunicazione ufficiale di autorizzazione ma da allora nessun passo in avanti è stato compiuto. Quali sono gli ostacoli che bloccano l’iter?”

SCICLI – “Sono già trascorsi quasi due mesi da quando è stata diffusa la comunicazione ufficiale riguardante l’attivazione del progetto per la creazione all’ospedale Busacca di Scicli di sedi satelliti dell’Irccs – Centro neurolesi Bonino-Pulejo di Messina grazie alla collaborazione con l’Asp 7. Da allora, però, sembra che la calma regni sovrana. E che nessun passo in avanti relativamente alla concretizzazione del progetto in questione sia stato effettivamente attuato”. Lo dice l’on. Orazio Ragusa che da tempo si batte perché finalmente questo risultato sia concretizzato. “Ho chiesto all’assessore regionale alla Sanità, e per conoscenza anche al direttore generale dell’Asp, Maurizio Aricò – dice ancora l’on. Ragusa – quali sono gli ostacoli che impediscono di concretizzare la formale comunicazione proveniente da Palermo. L’assessorato, d’intesa con la direzione generale dell’azienda sanitaria provinciale, doveva avviare la struttura complessa “Recupero e riabilitazione funzionale 2” nel contesto del presidio Busacca. Abbiamo tra l’altro partecipato, nelle scorse settimane, alla cerimonia d’inaugurazione della minipiscina che sarà utilizzata per l’attività di riabilitazione avanzata. Ma tutto è rimasto lettera morta. Auspichiamo che l’assessore Gucciardi si impegni a completare le procedure. Perché il territorio ha bisogno di questo servizio e perché il Busacca potrà finalmente riqualificare la propria attività con un centro di eccellenza in attesa che possa essere avviato l’iter per farlo diventare un ospedale di comunità”.

Print Friendly, PDF & Email