Comiso. Assessore Fianchino cs di replica al consigliere Giorgio Assenza su parcheggi disabili

COMISO – “A Comiso l’attuale amministrazione ha ridotto del 60% le strisce blu, aumentato gli stalli per disabili e aggiunto quelli per donne in stato di gravidanza. Infatti – spiega l’assessore Fabio Fianchino – dai 500 stalli che abbiamo trovato nel 2013 e i 4 per disabili nel perimetro storico, siamo passati a 180 per le così dette zone blu, limitatamente al centro storico, e 12 per i diversamente abili.Siamo andati oltre la vigente normativa – ancora Fianchino – che prevede uno stallo giallo ogni 50 stalli blu. Se avessimo dovuto applicare alla lettera la legge, oggi ci sarebbero dunque solo 4 parcheggi per persone diversamente abili. Questa operazione, ha permesso a tutti i cittadini, indistintamente, di usufruire del diritto alla mobilità, grazie al turn over che consente a tutti di potere agevolmente accedere agli uffici afferenti al centro: banche, ufficio postale, scuole, uffici comunali, attività commerciali, ecc.. Invito invece il consigliere Assenza – continua Fianchino – a immaginare un eventuale ripristino dei parcheggi liberi, cioè le strisce bianche. Nel giro di qualche giorno, nessuno avrebbe la possibilità di trovare parcheggio, tanto meno le persone diversamente abili. La scelta operata da questa amministrazione è stata fatta in base ad interlocuzioni con i rappresentanti di associazioni provinciali per i diversamente abili che, sin dall’inizio, hanno compreso l’idea avanzata da questa amministrazione. Sono comunque disponibile – aggiunge Fianchino – ad accogliere qualunque proposta costruttiva da parte di Assenza, purché siano garantiti alcuni punti fondamentali, quali il rispetto del diritto alla mobilità per tutti i cittadini, la possibilità di sosta per i cittadini diversamente abili che necessitano degli uffici del centro e un’ordinata condizione di viabilità nel centro storico al fine di renderlo quanto più accessibile. Infine – conclude l’assessore – respingiamo con cognizione di causa l’accusa rivolta a questa amministrazione che, a detta di Assenza, non rispetta i canoni di civiltà. E’ esattamente al contrario. La nostra sensibilità e attenzione alle problematiche dei diversamente abili, ci ha portato a garantire loro lo stesso diritto di cui godono tutti i cittadini e, con le strisce gialle, senza limitazione oraria. Basta dare uno sguardo ai comuni vicini (ne cito uno, Modica) dove, avendo come noi diminuito in modo notevole le aree destinate a parcheggio a pagamento, anche i disabili che decidono di non sostare negli stalli a loro destinati ma bensì in stalli blu, devono pagare come tutti i cittadini, senza eccezione e con le relative limitazioni orarie. Infine, come sempre, siamo sinceramente aperti a qualsiasi confronto con le associazioni che tutelano e rappresentano i soggetti diversamente abili per migliorare, se possibile, il servizio dei parcheggi”.

Print Friendly, PDF & Email