Comiso, Giorgio Assenza presenta una mozione sull’emergenza immigrati

Palermo, 24 settembre 2014 – L’onorevole Giorgio Assenza, deputato all’ARS di Forza Italia, ci scrive segnalandoci la mozione da lui presentata stamani, in qualità di primo firmatario, circa l’argomento “Emergenza immigrati: compensazione aliquote e tributi dovuti dai contribuenti della Città di Comiso”. Ecco il testo:

Premesso che: Al fine di fronteggiare i massicci sbarchi di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, la Prefettura di Ragusa, nel mese di agosto u.s., ha pubblicato un bando per individuare Centri di accoglienza per immigrati richiedenti asilo nel territorio ibleo, con i quali assicurare sino al 31 dicembre 2014, l’accoglienza di un numero di immigrati pari a 600 già ospitati presso strutture temporanee della provincia di Ragusa, come quella di Chiaramonte Gulfi, in forza di convenzioni in scadenza a fine mese.

Considerato che: Nonostante la storica e consolidata cultura dell’accoglienza, che ha reso negli anni il territorio ragusano un modello, esempio di efficienza ed organizzazione dimostrato dalla Prefettura di Ragusa, dalle forze dell’ordine e da tutte le organizzazioni impegnate nell’operazione di soccorso  ed accoglienza, non ci sono più le condizioni per poter reggere il peso di un’emergenza senza precedenti. I report quotidiani della Protezione Civile sul fronte sbarchi, denunciano una situazione disarmante, per risolvere la quale alla luce dell’attuale situazione, non è più sufficiente dichiarare lo stato d’emergenza. Urgono oltre ai mezzi risorse economiche immediate;

Accertato che: Nel solo primo semestre del 2014 si è data assistenza a quasi novemila migranti, più del doppio rispetto a quanto avvenuto in tutto il 2013;

Visto che: il Ministro dell’Interno, On. Alfano, nella sua recente visita alla città di Pozzallo, aveva rassicurato la cittadinanza che avrebbe beneficiato di misure compensative alle aliquote e ai tributi dovuti dai contribuenti, atte a livellare il disagio creato dalla gestione dei continui sbarchi;

Considerato altresì il ruolo di primissimo piano che il comune di Comiso, pur versando in grave situazione economica, svolge nel contesto del problema immigrazione, nel corso di una riunione promossa dall’Amministrazione comunale, sul tema regolamento IUC, la sezione Ascom di Comiso ha proposto di chiedere al Ministro degli Interni , di adottare le stesse misure compensative di aliquote e tributi annunciate per la città di Pozzallo.

IMPEGNA IL GOVERNO DELLA REGIONE
ad intervenire presso il Governo nazionale affinchè nell’affrontare un tema, che giorno dopo giorno, diventa sempre più delicato e difficilmente sostenibile, adotti soluzioni immediate ed efficaci attraverso  un tempestivo intervento da parte del Ministero degli Interni per una veloce compensazione delle aliquote e dei tributi  dovuti dai contribuenti del Comune di Comiso e del territorio ibleo tutto, già dalla nuova tassa denominata IUC.

ASSENZA
FALCONE
MILAZZO
PAPALE

Print Friendly, PDF & Email