COMUNI AGRIGENTINI. Commissione Bilancio ARS rinvia al 28 dicembre su precari

PALERMO – La discussione in Commissione Bilancio ha dato atto di un importante fatto, che riguarda alcune centinaia di lavoratori delle vecchie aziende in crisi che erano transitati in forma precaria nei comuni di Agrigento, Favara, Racalmuto, Ravanusa, Ribera e Joppolo e che per tutto il 2014 sono rimasti a carico dei comuni, i cui Sindaci hanno agito con grande coraggio e senso di responsabilità per garantire servizi essenziali e reddito a queste famiglie. Per questi lavoratori, ha assicurato la Dirigente Corsello, non serve una ulteriore copertura finanziaria“. A darne notizia è il Capogruppo dei deputati del Partito dei Siciliani-MpA all’Assemblea Regionale Siciliana Roberto Di Mauro, aggiungendo che oggi è stato “affrontato un altro importante tema: quello dei precari degli enti locali in dissesto e pre-dissesto, che in provincia di Agrigento sono Casteltermini e Ribera“.
Su questo punto – afferma Di Mauro – abbiamo dovuto rimandare la discussione in attesa che il Governo nazionale domani si pronunci sull’inserimento della norma di autorizzazione nel cosiddetto “Milleproroghe”. La Commissione Commissione Bilancio dell’ARS ha chiaramente apprezzato l’impegno e la proposta per dare garanzie ai lavoratori, ma ha dovuto rinviare il voto al momento in cui si avrà certezza della normativa nazionale che autorizzi le proroghe dei contratti“. La Commissione si è autoconvocata per domenica 28 dicembre “Segno – afferma Di Mauro – del fatto che nel complesso la Commissione ha apprezzato le proposte per dare garanzie e tutele a questi gruppi di lavoratori, ma non possiamo che restare in attesa di ulteriori sviluppi da Roma prima di poter dare una risposta definitiva“.

Print Friendly, PDF & Email