Comunicato politico del gruppo consiliare “Movimento 5 Stelle di Acate” sul consiglio comunale di venerdì 13 marzo. Riceviamo e pubblichiamo.

Acate (Rg), 14 marzo 2015.- “Il consiglio di ieri sera, convocato per l’elezione del Presidente, ha riservato diverse sorprese. La principale è data dalla caduta della maggioranza: quello che doveva essere un tranquillo passaggio di consegne si è rivelato un incubo per Franco Raffo che, evidentemente sottovalutando l’importanza di ogni singolo consigliere, non è riuscito a eleggere il suo candidato. Il sindaco, novello Schettino, abbandona la nave che affonda e durante la seduta si dilegua. Forse proprio tale frattura sarà stata alla base del nervosismo diffusosi tra i consiglieri fedeli alla linea e alcuni esponenti di Uniamo Acate tra il pubblico che non hanno esitato a lanciare gravi e ripetute offese e minacce a due cosiddetti “grillini” rei di non si sa quale colpa.
Così come l’assessore ai lavori pubblici, molto probabilmente per non essere stato capace di replicarle a tono durante la seduta, allontanandosi dall’aula, offendeva vergognosamente la nostra consigliera Federica Tidona. Sia chiaro, non abbiamo la presunzione di chi è convinto di avere sempre ragione, ma una cosa deve essere chiara: chi usa o minaccia la violenza ha sempre torto!
ll gruppo consiliare M5S e il meetup di Acate esprimono pertanto solidarietà alla consigliera Federica Tidona e ai due “grillini” offesi e minacciati”.

 

Print Friendly, PDF & Email